28 Giorni Dopo





















REGIA: Danny Boyle; 
ANNO/LUOGO: 2002, Gran Bretagna; 
GENERE: fantascenza;
ATTORI PRINCIPALI: Cillian Murphy,
Naomie Harris,
Brendan Gleeson.



"Pentitevi!, la fottuta fine è estremamente vicina!"
voto: * * *

Inghilterra. Un gruppo di animalisti fa irruzione in un centro di ricerca scientifico con l'intento di liberare delle scimmie utilizzate come cavie per alcuni esperimenti.
Quando però aprono le gabbie scoprono a loro malgrado che gli animali sono stati infettati da un virus letale ma è troppo tardi per scappare: vengono tutti contagiati.
28 giorni dopo, Jim, un ragazzo irlandese, si risveglia dal coma in ospedale scoprendosi completamente da solo. Intimorito cerca aiuto ma... Londra è completamente deserta, tutto sembra esser stato lasciato in fretta e furia come per una fuga di massa... 
.
Questa pellicola, consigliata agli amanti di Romero e dei thriller apocalittici, è un film discretamente riuscito. Tecnicamente non si avvale di effetti speciali particolarmente sofisticati (anzi son sempre i soliti, compresi gli zombie sbavanti con lenti a contatto colorate) e si costruisce basandosi su clichè già visti e rivisti riuscendo però a coinvolgerci per tutta la durata (anche se alcune scene, specie sul finale sono un pò troppo lente), regalandoci anche qualche salto sulla sedia.
Non male la fotografia specie nelle sequanze in cui si vede Londra al tramonto completamente deserta e nella base militare; inoltre la scelta di Danny Boyle di girare il film quasi interamente in digitale con camera a mano, funziona, trasmettendoci quasi il suo coinvolgimento nella storia, come se anch'egli ne vivesse l'angoscia.
Buona la prova degli attori, praticamente semi sconosciuti apparte il grande Brendan Gleeson, nei panni del padre di Hannah, personaggio al quale ci affezioniamo subito.
Nel complesso un film che si lascia guardare piacevolmente senza troppe pretese.


CONSIGLIATO: si.
.
By Midnight


Dead Birds - La casa maledetta






















REGIA: Alex Turner;
ANNO/LUOGO: 2004, U.S.A; 
GENERE: horror, western; 
ATTORI PRINCIPALI: Henry Thomas,
Nicki Aycox, Isaiah Washington,
Patrick Fugit, Michael Shannon.



"Aprite la porta!"


voto: * *
.
Un gruppo di fuorilegge, durante la guerra di secessione americana, svaligia una banca ma durante la loro fuga si ritrovano in un campo dove sono attaccati da una strana creatura, così rifugiatisi in una casa abbandonata decidono di passarvi la notte a causa della terribile tempesta scoppiata poco dopo l'incontro con l'animale... Ben presto si renderanno conto che quella casa è stata scenario di strani riti...

Interessante la scelta del regista di ambientare il film in un periodo assai inusuale per un horror e di averlo condito con scene e atmosfere western.
Apparentemente la trama pare essere la solita: un gruppo di persone che si ritrovano in una casa maledetta e muoiono uno dopo l'altro attaccati da presenze sovrannaturali o serial killer; mentre qui è ben giocata la tensione e l'angoscia che sale nei protagonisti tenedoci attaccati allo schermo, compreso anche qualche salto sulla sedia, portandoci ad un finale inaspettato e anche un pò folle. Anche se gli stessi attori hanno rivelato di non averlo capito XDDDDD
Tecnicamente non vi sono effetti speciali particolarmente interessanti, diciamo che sono sempre i soliti. Stessa cosa per gli attori che restano negli standard; facciamo però notare la presenza di Henry Thomas ricordato per la sua parte nello storico ET (a quanto pare datosi all'horror vista anche la sua apparizione in Desperation) e Patrick Fugit perchè è un gran figo X3.


CONSIGLIATO: ni.


Misery non deve morire




 


















REGIA: Rob Reiner;
ANNO/LUOGO: 1990, U.S.A;
GENERE: Thriller;
ATTORI PRINCIPALI: James Caan,
Kathy Bates.


"C'è una giustizia superiore a quella dell'uomo, io verrò giudicata da Lui"

voto: * * * * *


Paul Sheldon è un scrittore, diventato famoso grazie a una saga di romanzi narranti le vicende di Misery; stanco di questo suo personaggio decide di concludere la storia facendola morire, in modo da potersi dedicare liberamente alla stesura di un nuovo romanzo.
Così, recatosi in montagna per scriverlo, una volta terminato riparte alla volta di New York per la pubblicazione.. purtroppo incappa in una tempesta di neve che gli causa un incidente stradale, intrappolandolo nella macchina.
Gravemente ferito e stordito non riesce ad uscire, per sua fortuna arriva in soccorso Annie, una giovane infermiera, sua fan sfegatata.. al suo risveglio si ritroverà a casa di lei, bloccato a letto con entrambe le gambe spezzate.
La tempesta sembra aver bloccato strade e linee telefoniche, così Paul è costretto a rimanere li a farsi curare dalla sua ammiratrice.
Ma ben presto si renderà conto che la sua non è una degenza, ma una prigionia..


Incredibilmente questo film tratto da un romanzo di Stephen King non ci delude, anzi ci stupisce molto piacevolmente, tenendoci incollate allo schermo dall' inizio alla fine!!
Una storia semplice ma avvincente, sostenuta dall' ottima prova di Khaty Bates (che non a caso le è valsa anche l' Oscar come migliore attrice) e di James Caan che ci avvicina tantissimo al suo sfortunato personaggio.
Il film non si avvale di nessun effetto speciale, tanto meno di scene trucide e splatter inutili, puntando tutto sul fattore psicologico e riuscendo a tenerci angosciati per tutta la sua durata, grazie anche ad un ottima colonna sonora inserita furbescamente nelle scene madri.

CONSIGLIATO: assolutamente si.

.


L'Esorcista - La Genesi




















REGIA: Renny Harlin;
ANNO/LUOGO: 2004, U.S.A;
GENERE: ???;
ATTORI PRINCIPALI: Stellan Skarsgård,
Izabella Scorupco,
James D'Arcy, Remy Sweeney.


"A volte credo che Dio si veda meglio dall'Inferno"


voto: *


Il giovane Lankester Merrin, ormai senza fede, perduta dopo le atrocità viste nei campi di concentramento, è diventato un archeologo e si reca in Africa per autenticare il ritrovamento di una chiesa cristiana che pare essere stata costruita secoli prima l'arrivo dei cristiani.
Ma iniziati gli scavi iniziano strani eventi che sembrano essere legati a una forza maligna antica e misteriosa.


Non abbiamo parole.
Questo abominio inizia con una buona fotografia ma...... dopo appena due secondi si traforma in un gioco per pc deglia anni 90 O_______O" assumendo una grafica computerizzata abominevole compresa di effetti di luce fittizzi a dir poco.
Gli effetti speciali non sono niente di accattivante ricordandoci a tratti film quali "Il codice da Vinci", le puntate speciali di Vojager, e i cortometraggi di Piccoli Brividi; e ci conducono all'effetto MADRE nella sequenza finale in cui padre Merrin si ritrova davanti a Satana che arriva correndogli incontro con foga divincolandosi come un cartone animato, figura palesemente aggiunta in fase di montaggio compresa di luce propria (pensare che la scena si svolge al buio!) senza ombreggiatura, nè tridimensionalità insomma sembra una figurina attaccata allo schermo.
Senza dimenticarci poi il trucco che è davvero effetto casalingo (era cento volte fatto meglio il trucco dell'Esorcista del 73! ed è tutto dire)
Altro elemento pessimo graficamente sono le iene di Satana ibridi di cane lupato dentato sanguinante sbavante schifo totale.... mioddio perchè???
La colonna sonora è insignificante, tranne nella sequenza in cui padre Merrin ritrova la fede perduta dove in sottofondo possiamo udire una melodia che ci ricorda in modo inquietante la musica dell'8 per mille alla chiesa cattolica XDDDDDDDDDDDDDDD ovvero il tema di Mission.
Mentre è completamente assente il famosissimo tema del 73 il che ci fa pensare che non gli abbiano dato i diritti (e non ci stupiamo affatto!).
La prova degli attori resta nella norma senza lode ne infamia. Da ricordare il giovane assistente di Merrin che entra con un calcio rotante alla porta urlando Padre Merrinnnnnnnnnnnnn -______- e il vecchio del paese che sembra il Pacciani O_O!
Da qui vi segnaliamo alcune perle:
-Innanzi tutto i corvi nella chiesa sepolta...... ma come diavolo potevano esserci dei corvi in una chiesa sottoterra e sopratutto in Africa???;
-Il bambino indemoniato che entra in scena con la frase: "Vuole te" ricordandoci in tutto e per tutto "Il Mai Nato" XDDD;
-Il demone Pazuzu che ci ricorda "L'Uomo Falena";
-Il tentativo di esorcismo degli indigeni durante il quale gli si spezzano le ossa facendo si che si accartoccino su se stessi O_O;
-Il generale che colleziona farfalle e muore in preda ad allucinazioni nelle quali queste prendono vita sfarfallando e inducendolo al suicidio uscendogli dalla bocca .... maperchè???;
-La battaglia finale tra i militari e gli indigeni che ci ricorda la Mummia XDDDD;
-"Resident Evil" e " Le Morti di Ian Stone" nel demone finale;
- Gli effetti e i colpi di scena (???) che ci ricordano "Il passaggio del terrore" di Borgo a Mozzano specie quando il cadavere dell'assistente di Merrin piomba dal cielo (come poi visto che siamo in una grotta sotterranea???);
-Ed infine l'utima scena in cui il prete esce dalla chiesta con fare trionfante e mentre l'inquadratura si allarga mostrandoci le orde di cadaveri partono in sottofondo i tamburi di Jumanji O________O!
Vabèèèèèèèèèèèèèèèèè................


CONSIGLIATO: assolutamente no.

.

Awake - Anestesia Cosciente


 



















REGIA: Joby Harold;
ANNO/LUOGO: 2007, U.S.A;
GENERE: thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Hayden Christensen,
Jessica Alba, Lena Olin,
Terrence Howard.


"Il tempo stringe"

voto: * * * * *



Clay Beresford è un giovane e brillante imprenditore che soffre di una grave malformazione cardiaca. Sentendosi il peso della malattia addosso rivela alla madre la sua relazione con la segretaria Sam, e contro il suo consenso decide di sposarla.
Durante la prima notte di nozze il suo cerca persone suona: hanno trovato un donatore compatibile..
Ancora una volta in contrasto con la madre, che vuol farlo operare dal miglior cardiochirurgo d' America, decide invece di affidare la sua vita ad un suo caro amico chirurgo.
Inizia così l' operazione, ma qualcosa va storto.. il suo corpo è sedato, ma la mente è vigile.
La sua unica speranza è riuscire a comunicare con Sam.


Attratte solamente dal protagonista, come falene dalla luce, abbiamo deciso di guardare questo film senza nessuna aspettativa, e invece.. la rivelazione *o*
Incredibilmente un gran bel film che ci coinvolge dall' inzio alla fine, merito anche dei notevoli, ed inaspettati, colpi di scena, di un' ottima prova degli attori ( apparte la Alba, che fa cagare veramente ) e delle interessanti trovate sceniche.
Veramente una buona prima prova quella del regista che riesce a costruire una vicenda avvincente pur svolgendosi quasi interamente in una sala operatoria.
Purtroppo non possiamo rivelare altro poichè vi rovineremmo la visione del film. Guardatelo!


CONSIGLIATO: assolutamente si.






Rovine




 




















REGIA: Carter Smith;
ANNO/LUOGO: 2008, U.S.A/Australia;
GENERE: horror (?)
ATTORI PRINCIPALI: Jonathan Tucker,
Jena Malone, Laura Ramsey,
Shawn Ashmore.


"Voglio tagliare!"

voto: *

Due coppie di amici decidono di trascorrere l'ultimo giorno delle loro vacanze in Messico visitando le rovine di un antico tempio Maya, ma una volta giunti sul luogo sono attaccati dalla popolazione locale così, costretti a restare nel tempio, si rendono presto conto di essere le prossime vittime di una forza sovrannaturale che lo infesta...

Approdato direttamente dal filone trasmesso su ItaliaUno "Catastrofi Naturali" questo film si rivela subito una cagata pazzesca.
Apparte il solito clichè del gruppo di ragazzi americani che vanno a cercarsi le peggio sciagure, qui ci troviamo anche di fronte a La Pianta Assassina (Marijuana?) XDDDDDDDDDDDD che causa nei malcapitati la totale perdita della ragione portandoli a mutilarsi e a uccidersi (-______-) Inutili espedienti per mostrare un pò di splatter.
(che noia)
Si salva solo la sequenza iniziale che ci illude su tutto un altro genere di film e ironicamente parlando ricordiamo la memorabile trovata dei fiori demoniaci parlanti AHAHAHAHAHAHAHAH XDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD.
CONSIGLIATO: assolutamente no.


La Spina del Diavolo





 

















REGIA: Guillermo Del Toro;
ANNO/LUOGO: 2001, Spagna/Messico;
GENERE: drammatico, horror?;
ATTORI PRINCIPALI: Fernando Tielve,
Marisa Paredes, Eduardo Noriega.





"Fantasma.. è un evento terribile condannato a ripetersi all'infinito"


voto: *

Spagna, Estate 1939 durante gli ultimi giorni della guerra civile il piccolo Carlos ormai rimasto orfano viene lasciato in un orfanotrofio.
Sin dalla prima notte si accorge che c'è qualcosa di strano: il fantasma di un bambino sembra volersi mettere in contatto con lui... Così mentre la guerra incombe, in mezzo a intrighi amorosi e alle rivalità tra i piccoli orfani, scoprirà il tragica storia di Santi...


Mah............... -______________-
Qualcuno ha trovato un senso a questo film???
Tecnicamente una buona pellicola in particolar modo la fotografia, la scenografia e i costumi.
Interessante inoltre l'effetto utilizzato sul fantasma che appare sempre come immerso nell'acqua lasciando una scia di sangue...
Riguardo trama e obiettivi però il film fallisce in pieno poichè non ha un filo logico.
Come nel recente film dello stesso regista "Il Labirinto del Fauno" dove si univa tragici fatti reali sulla guerra spagnola con il mondo fiabesco dei bambini, qui l'obbiettivo pare il medesimo ma non riesce affatto poichè sembra un pourpourì di eventi slegati tra loro.
Il fatto poi che il fantasma appaia dopo pochi minuti dall'inizio, mostrandosi in tutto il suo splendore -________- rovina tutta la suspance che poteva dare. Inoltre pare essere una figura determinante ai fini della trama mentre non è così tanto che sparisce per più di metà film tornando sul finale quando c'eravamo praticamente scordati di lui.
E perchè poi compare solo al piccolo Carlos illudendoci che possa esserci qualche spiegazione sovrannaturale che li unisce mentre in realtà è un altro orfanello ad avere reali legami col fantasma???... mah...
Nel complesso quindi un film che poteva avere spunti interessanti ma che ci delude profondamente...


CONSIGLIATO: no.


The Butterfly Effect























REGIA: Eric Bress, J. Mackye Gruber;
ANNO/LUOGO: 2004, U.S.A;
GENERE: thriller,
ATTORI PRINCIPALI: Ashton Kutcher, Amy Smart, Elden Henson, William Lee Scott;


"Si dice che il minimo battito d'ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo"
.

voto: * * * *

Evan è un bambino che ha ereditato dal padre un disturbo della psiche che gli causa la perdita della memoria; così il suo medico lo incita a scrivere dei diari per aiutarlo a ricordare. Il problema sembra sparire fino a che, ormai adulto rilegge quei diari d'infanzia rendendosi conto che può colmare i suoi vuoti tornando in quel passato.
Tenta così di modificare gli eventi ma ben presto si renderà conto che qualsiasi cosa faccia il passato continuerà a tormentarlo...


Un film ben realizzato con una trama davvero niente male.
Ci troviamo di fronte a un ampio e ben riuscito utilizzo di flashback che scandiscono un ritmo molto serrato che fa si che l'attenzione non ceda mai coinvolgendoci per tutta la durata. Non vi sono effetti speciali ma un'ottima colonna sonora ci fa fare diversi salti sulla sedia. Ottima anche la prova degli attori che riescono a farci affezionare ai loro personaggi specialmente Ashton (per altro gran figo XD).
Piccola (ma mica tanto -___-) pecca è la voce che doppia Evan da bimbo che è davvero pessima e insopportabile. (ma non c'erano bambini con un minimo di competenze???-_________-)


CONSIGLIATO: assolutamente si.

.

L' esorcismo di Emily Rose




 
















REGIA: Scott Derrickson;
ANNO/LUOGO: 2005, U.S.A;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: Laura Linney,
Tom Wilkinson, Jennifer Carpenter.



"Non esistono iniezioni contro il Demonio"

voto: * * *

Emily, cresciuta in una famiglia cattolica estremamente devota, vive una vita normale fino a che il suo comportamento cambia in modo inquetante.. strane visioni, estremi cambi di umore e paralisi improvvise la poartano a credere di essere posseduta dal demonio, e dopo aver tentato varie cure mediche, spinta dalla famiglia, decide di rivolgersi alla chiesa che incarica padre Richard Moore a fare l' esorcismo..

Ennesimo film su un esorcismo, in questo caso ispirato alla vera storia di Anneliese Michel, ma che non apporta niente di nuovo a quanto già detto in film simili, come ad esempio l' Esorcista.
Carina l' idea di partire dalla fine e utilizzare il racconto in flashback di padre Moore ( indagato per il fallito esorcismo di Emily e quindi incolpato della sua morte ) per raccontare la storia.
Tecnicamente un buon film che si avvale di effetti speciali moderni che ci regalano anche qualche salto sulla sedia poichè ben orchestrati; una buona prova quella della protagonista (famosa in seguito per il suo ruolo in Dexter) che ci fa affezzionare molto alla povera Emily.
In generale un film senza infamia e senza lode, da vedere senza troppe pretese.


CONSIGLIATO: si.

.

.
LINK UTILI:

Vera storia di Anneliese Michel

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails