La Madre






















REGIA: Andres Muschietti;
ANNO/LUOGO: 2013 / Spagna, Canada;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: Jessica Chastain, Nikolaj Coster Waldau,
Isabelle Nèlisse, Megan Charpentier.


"Un fantasma è una presenza che crea turbamento, 
condannata a tormentare l'anima sempre, giorno dopo giorno.. "

voto: *

Victoria e Lily sono 2 bambine che, dopo esser rimaste per 5 anni sole in un capanno nel bosco, vengono affidate alle cure dello zio e della sua compagna.
Da subito però i due zii si rendono conto che le bimbe non hanno vissuto da sole nel bosco.. una oscura figura da loro chiamata Madre pare essersi presa cura di loro e adesso... le rivuole!

Speravamo in un nuovo horror/comico alla Boo Morire di Paura / Il Mai Nato e infatti siamo state nuovamente accontentate con questa pellicola di dubbio gusto che involontariamente (???)  ci regala davvero grandi risate!!!
Il film mette sul fuoco diversi generi: si apre drammaticamente, si sviluppa con tinte tipicamente horror per terminare poi in una specie di fantasy di dubbia natura.. boh..
Se da un lato la trama (benchè alla fin fine abbastanza banale) poteva avere dei riscontri interessanti (specie col finale parzialmente bad-ending) il resto è davvero pessimo!
Muschietti non dice niente di nuovo nè sul fronte sceneggiatura, come già detto,  nè sul fronte paura/salti sulla sedia dove sceglie di utilizzare i soliti triti e ritriti clichè super prevedibili:
su tutto gli effetti speciali (o per meglio dire l'unico) ovvero La Madre che è un fantoccio/GRIGIO (alieno) compresi i versi (si! proprio i tipici versi che facevano gli alieni in Signs!!!) O-R-R-I-B-I-L-A-T-E (se possibile ancor più brutto di quello del corto "Mamà" che ha preceduto il film) che riporta alla mente il solito mostro fuso con Le Morti di Ian Stone, Belfagore, i Dissennatori di Harry Potter e chi più ne ha.. -______________-"
Ma l'apice massimo di comicità si tocca con "l'immersione" del fantasma nel pavimento di casa con il toupè di capelli che restano in superfice iniziando a girare per casa a tutta birra come un ratto impazzito!!! XDDD
MADDAAAAAAIIIIIII!!!!!!
*ATTENZIONE SPOILER*
Il finale poi lascia davvero di ghiaccio:
dopo aver letteralmente scaraventato via il corpo del figlio (che era "la sua faccenda in sospeso" -__-")  Madre si lancia in una carambolante lotta con la nuova madre delle bimbe, e nuovamente ratteggia con il suo toupè sulle rocce, conducendo al semi tragico finale con la morte della piccola Lily che si lascia esplodere in un mistico bozzo di falene! O_o vaaaaabè...
*fine SPOILER*
Ma cazzarola volete capirlo che in questo genere di film funziona SOLO il NON VEDO???
Anche stavolta la pellicola avrebbe avuto mooooolta più dignità se si fosse scelto di non vedere il fantasma o perlomeno di non vederlo così!!!
Tecnicamente, come già detto, oltre all'orribilante fantoccio, il film ha una bella fotografia e scorre tranquillo; gli attori sono nella norma e un piccolo plauso va alle due bimbe specie la più piccola (probabilmente già trumatizzata dalla nascita) che reggono bene il loro difficile ruolo.
Il resto (tolte le parti di comicità), come avrete oramai capito, è da dimenticare o al massimo da guardare SOLO se avete voglia di farvi 2 risate tra amici!
CONSIGLIATO: no!
CONSIGLIATO PER LA COMICITA': Assolutamente si!

Wolf Creek




















REGIA: Greg McLean;
ANNO/LUOGO: 2005 / Australia;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: FJohn Jarratt, Cassandra Magrath,
Nathan Phillips, Kestie Morassi.

"Quello non è un coltello... QUESTO è un coltello!"

voto: * * 

Kristy, Liz e Ben partono per un viaggio On the Road in Australia. Improvvisamente però la loro macchina si ferma nel bel mezzo del nulla, la loro unica speranza è che passi qualcuno di li... e così sarà...

Benchè ne avessimo sentito parlare abbastanza bene, a noi questa pellicola non ha convinto per niente!
Il film dura pochissimo: la prima parte fa da introduzione e descrive l' inizio del viaggio dei tre ragazzi, indugiando molto sul legame fra di loro (cosa che poi però non viene assolutamente portata avanti). Con l' arrivo del maniaco il film vira su un lieve splatter senza troppo mordente e che oltre tutto si conclude in 5 minuti deludenndoci profondamente.
Vero è che la vera storia parrebbe essere andata così, però visto che il regista comunque ci ha romanzato sopra creando uno sviluppo tutto suo, avrebbe anche potuto prendersi la libertà di creare un finale più gagliardo con qualche colpo di scena degno di nota; noi nel nostro piccolo ne abbiamo partoriti due e fino all' ultimo ci abbiamo sperato XD eccoli qui:
*ATTENZIONE SPOILER*
FINALE 1) Le due amiche riescono a scappare nella notte e dopo una serie di vicissitudini si rendono conto di essersi perse; ritroveranno però Ben, anchesso riuscito a scappare, che anche se malconcio le aiuterà a sfuggire dalle grinfie del sadico maniaco. Quando però penseranno di essere finalmente in salvo, con il sorgere del sole, si renderanno conto di aver girato in tondo e di essere tornate all' accampamento del killer.. scopriranno tristemente che Ben è un complice dell' uomo e che insieme irretiscono sprovveduti turisti per seviziarli nei modi più atroci.. per loro non ci sarà scampo..
FINALE 2) Il maniaco sevizia e uccide sia Ben che una delle due amiche, e si appresta a riversare le sue "attenzioni" sull' ultima sopravvissuta.. Con sua grande sorpresa questa sembra stare alle sue "avance"..ma nel bel mezzo dell' amplesso questa ribalta improvvisamente le parti e dopo averlo sopraffatto lo uccide, non prima però di averlo brutalmente seviziato!! Si scoprirà che era stata proprio lei (anchessa un' insospettabile maniaca amocida) a bloccare la macchina perchè il suo intento era quello di torturare e poi uccidere i suoi compagni di viaggio.. anche se il killer ha cambiato i suoi piani eliminando le sue due vittime è riuscita comunque a non rovinarsi del tutto la vacanza..
*FINE spoiler*
Tecnicamente niente di nuovo sotto il sole, comunque nel complesso una pellicola ben realizzata; attori niente di che.. anzi, anche piuttosto bruttini! si salva solo il vecchio folle killer uguale a Crocodile Dundee, specie nell' indimenticabile scena finale dove rasenta il misticismo!!

CONSIGLIATO: no.

Cortometraggio: Mamà

In attesa che il 21 marzo esca La Madre il nuovo film horror prodotto da Guillermo Del Toro, oggi parliamo del cortometraggio che lo ha ispirato: "Mamà".









REGIA: Andy Muschietti;
ANNO/LUOGO: 2008, Spagna;
GENERE: horror......
ATTORI PRINCIPALI: Victoria Harris, Berta Ros.

"Mamma è tornata.."

voto: *


Scoperto grazie ad una breve intervista di Del Toro nella quale ne tesseva le lodi in tutto e per tutto (gridando quasi al miracolo cinematografico!) ci siamo invece imbattute in un deludente prodotto fortunatamente di brevissima durata: 3 minuti di banalità, di già visto e soprattutto PER NIENTE spaventoso!
Ad aggravare la situazione già precaria spuntano degli effetti speciali antidiluviani in un roboante testacoda tra qualsiasi gioco per pc degli anni '90 e i classici fantasmi orientali dinoccolati e con capelli volanti.. come diciamo sempre noi: "se il budget è basso gioca sul non vedo!" e forse il buon vecchio Muschietti se la poteva cavare..
In sostanza quindi a noi non è piaciuto per niente, confidiamo nel film!


Questo il cortometraggio, con la breve presentazione di Del Toro:




Contattate dalla Xister per promuovere l' uscita del film, scriviamo un ipotetico continuo del corto per poter partecipare all' anteprima nazionale di La Madre:


"..La Madre riesce a raggiungere la piccola Victoria..
Intanto Lilly chiusa nella stanza sente le grida strazianti della sorella, ma quando riapre la porta le due sono scomparse senza lasciare traccia.
Il senso di colpa per aver lasciato Victoria da sola la tormenterà per sempre.. tramutandola in un mostro, proprio come la Madre.."


Se anche voi volete provare a partecipare all' anteprima scrivete il vostro continuo!

Stigmata


















REGIA: Rupert Wainwright;
ANNO/LUOGO: 1999/ U.S.A;
GENERE: religione;
ATTORI PRINCIPALI: Patricia Arquette, Gabriel Byrne, Jonathan Pryce.
PREMI: nominato Miglior Film Horror al  
Saturn Awards 2009 (O_O cosa???)

"-Perchè hai deciso di farti prete?
-Per i buchi"

voto:
Frankie, giovane parrucchiera atea, dopo aver ricevuto in dono un rosario speditole dalla madre in viaggio in oriente, si trova addosso i segni delle stigmate di Cristo.
Scettica, ma terrorizzata viene sottoposta a diversi esami medici per capirne la causa ma nessuno riesce a scoprirne l'origine.
Giunta voce in Vaticano, viene mandato padre Kiernan ad indagare.. ma dietro questa strana storia sembra esserci qualcosa che la Chiesa vuole tenere celato...

Un film caotico, poco chiaro e di una noia quasi cosmica!
Difficile definirne il genere e il senso: per più della metà, sembra essere un caso di possessione (?) in bilico tra bene e male.. poi tutto improvvisamente (negli ultimi 10 minuti, tra fiamme e pseudo esorcismi), si trasforma in un film totalmente diverso e palesemente anticlericale / antivaticanista..
 *ATTENZIONE SPOILER*
con l'inserimento, poco chiaro, del ritrovamento del famoso Vangelo di Tommaso (nel film dicono essere stato scritto da Gesù in persona acciderbolina!)
*FINE SPOILER*
Da qualsiasi punto di vista questo film fa "acqua da tutte le parti" nel vero senso della parola dal momento che per tutto il tempo si sceglie di inquadrare l'elemento acqua nelle più disparate forme! o_O ma perchè? ..voleva forse essere un traballante riferimento alla santità? alla purezza?? ma in base a cosa visto l'epilogo? mah... non è dato sapere!
Inutile dire che anche l'aspetto tecnico (?) è totalmente lasciato al caso specie la colonna sonora che è un Tutto, (inteso come mescolone di tutti i generi esistenti: dal canto gregoriano al rep industrial emo punk O_o!?!) e vi ricordiamo che le musiche sono state curate da Billy Corgan (cantante degli Smashing Pumpkins) ed "impreziosite" da brani di Björk, Remy Zero, David Bowie, Massive Attack e Natalie Imbruglia con il "meeeeeraviglioso" lentone Identify! mah..
per non parlare delle sequenze "trip" a rallenty avvolte in toni blu con annessi fumi deliranti??
*ATTENZIONE SPOILER*
e vogliamo forse dimenticare il finale con roboante esorcismo (?) del "prete" (???) con incendio mistico incorporato?  Traballante e mal spiegato tentativo di simboleggerebbe la corruzione e l'ipocrisia della chiesa e quindi il suo andare in fiamme??? (BOH) e perchè.. anche fosse andata così, perchè la povera Frankie (che ricordiamo non c'entrava una mazza) deve soffrire come una capra impalata crocifissa e frustata manco fosse Satana in persona per poi diventare l'incarnazione di San Francesco tra le bestiole???
Cose OVVIAMENTE totalmente insolute ed insensate...
boh.. il film decide di chiudere il sipario con il sosia di Branduardi  (Gabriel Byrne) che diventa il nuovo messia al posto del vecchio padre Alameida..
All'insaputa del mondo... ovviamente! -___-"
*FINE SPOILER*

 Insomma.. che merda!

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails