Hellraiser - Non ci sono limiti















REGIA: Clive Barker;
ANNO/LUOGO: 1987, Gran Bretagna;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: Andrew Robinson, Clare Higgins, Ashley Laurence, Sean Chapman, Oliver Smith, Doug Bradley.

"Per molti siamo Demoni, per alcuni siamo Angeli..."

voto: * * * *

Larry e Julia si sono appena trasferiti nella loro casa a Londra, luogo dove sembra essersi rifugiato Frank, il fratello di Larry con il quale Julia ha avuto una sordida relazione proprio in quel luogo.
Tutto sembra apparentemente tranquillo fino a che un giorno in soffitta Julia si trova difronte al corpo in disfacimento di Frank che la implora di fornigli del sangue per potersi rigenerare e tornare alla vita...
Ma dovranno sbrigarsi perchè egli è inseguito dai Cenobiti, mostri apparteneti ad un'altra dimensione che si nutrono del dolore e lo rivogliono con sè...

Ispirato all'omonimo romanzo scritto dallo stesso regista, questo film è decisamente all'altezza delle aspettative regalandoci un'ottima storia un più che buono apparato tecnico considerando anche l'anno di produzione.
La pellicola si dimostra essere sin da subito intrigante e man mano che si sviluppa riesce a non perdere di modente e di senso costruendosi su una storia verosimile nella sua follia, e conducendoci ad un finale non banale, anzi interessante e ben fatto nonostante, o proprio grazie, alla sua semplicità; finale che ha probabilmente ispirato il film per ragazzi Jumanji che ci piace sembra ricordare con gioia!
Un grande plauso va, come abbiamo già detto, ai trucchi e agli effetti speciali che ci regalano personaggi davvero ben fatti e attuali: impossibile non ricordare la sequenza in cui Frank si rigenera dalle gocce di sangue e i trucchi dei Cenobiti che sono stati fonte di ispirazione per molti altri registi come Tim Burton e Gulliermo del Toro!
Hellraiser viene ricordato come il "padre" dello splatter, tante infatti le scene censurate proprio a causa del loro forte contenuto, ai nostri occhi invece appare come una pellicola condita da una buona dose di splatter ma che non ne fa un uso esagerato come invece succede sempre più frequentemente nei film contemporanei, dove tutto è mirato ad esagerare vedi "Saw L'enigmista" dal 2° capitolo in poi e tutta la saga di "Hostel". Lo splatter quindi non è protagonista assoluto ma fa solo contorno ad una storia ben strutturata che non ha bisogno di scene esagetate ed inutilmente truculente per coinvolgere lo spettatore.
Un caposaldo del cinema horror da non perdere e rivedere all'infinito!

CONSIGLIATO: Assolutamente si!

9 commenti:

Babol ha detto...

Un bellissimo horror, anche se il look kitsh anni '80 degli interpreti lo patisco un po'.
Indubbiamente, un classico disturbante ancora oggi ma, dopo averlo letto, preferisco senza dubbio il racconto A Hellbound Heart, che mi ha aperto il mondo malato di Clive Barker.
La sua prosa è una delle più stranianti e affascinanti che abbia mai letto!

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@Babol
Non l'abbiamo letto ma visto che ce lo consigli così spassionatamente vedremo di procurarcelo ;) Grazie!

Screammaker ha detto...

Questo film dimostra come sia possibile mettere in piedi un buon prodotto compensando la mancanza di fondi con valide idee, interpreti all'altezza ed un'ottima regia. Definire Hellraiser il "padre dello splatter" è un poco azzardato (basti citare La Casa del 1981, La Cosa dell'82 ed altre pellicole precedenti che ripiegavano già sulla formula "sangue a fiumi"), tuttavia è sicuramente uno dei titoli più influenti dell'orrore da questo punto di vista :)

occhio sulle espressioni ha detto...

Vero, il mondo cartaceo di Barker è fenomenale. Il film però rimane storico per ogni appassionato, morboso e sofisticato!

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@Screammaker
Daccordissimo con te!

@occhio
Siamo al secondo consiglio sul cartaceo di Barker, a questo punto non possiamo perdercelo! :)

newmoon35 ha detto...

Lo vidi durante "Notte horror"...troppi anni fa per la prima volta. Terrorizzata. L'ho rivisto qualche tempo fa e confesso che, nonostante gli anni, provoca ancora seri brividi.

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@newmoon35
Eh si è proprio un film che lascia il segno :)

minomininni ha detto...

Ci sono altri otto sequel dopo, ma decisamente non tutti all'altezza... Pinhead è uno dei miei miti nell'horror, secondo solo a Freddy Krueger! ^^
Il mio blog è tornato in funzione, tornate a trovarmi!
Giacomo (blogger de "L'occhio critico")

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@minomininni
Ciao Giacomo bentornato!
Torneremo sicuramente sulle tue pagine! Intanto grazie per esser ripassato dai noi! ;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails