Mimi















EPISODI: 4;
IDEATORE: Seo Yoo-sun;
ANNO/LUOGO: 2014/ Corea del sud;
GENERE: love story, fantasmi, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Shim Chang-min, 
Moon Ga-young.

"Perchè le persone nei tuoi disegni non hanno occhi?"

voto: * * * / *

 Min-woo è un disegnatore di webtoon. A causa di un trauma (che non ricorda) ha dimenticato un anno della sua adolescenza e questa cosa lo tormenta a tal punto da farlo star male fisicamente.
Decide così di indagare sul suo passato per scoprire cosa è successo e cosa, o chi, ha dimenticato...

Ringrazio una mia cara amica per avermi fatto conoscere questo drama coreano.
Principalmente una tormentata storia d'amore condita dal mistero con un'ampia spruzzata di flashback, flashforward, canzoni strappalacrime e momenti di niente assoluto.
Il risultato è una serie che ricorda molto le storie d'amore dei manga e nei cartoni giapponesi visti in tv o al cinema mixata a film adolescenziali alla Twilight e simili.
Tecnicamente il prodotto è ottimo: una bellissima fotografia compone scene pastello davvero molto belle da vedere unite ad una colonna sonora (a tratti anche troppo presente, va detto, tanto da sembrare quasi un musical) coinvolgente e contributo perenne di lacrimuccia per la sottoscritta. :P
Gli attori non sono male e riescono a coinvolgere lo spettatore fino alla fine (anche se vorrei conoscere il parrucchiere del protagonista perchè ha un taglio di capelli davvero agghiacciante! O_O ahah) bravi tutti insomma e cen'è persino per rifarsi gli occhi con il misterioso "uomo con l'ombrello" *_*
La trama scorre lenta e incasinata, ma questo è un marchio di fabbrica del cinema orientale percui c'è poco da dire in merito, nel complesso comunque, nonostante la si tiri un pò per le lunghe ha il suo senso, niente di così originale o innovativo ma comunque interessante e piacevole da seguire.
Che dire insomma: se vi piacciono i film orientali, le storie d'amore travagliate e le trame incasinate direi che fa al caso vostro.
CONSIGLIATA: si!

by Midnight

American Crime

















REGIA: Dan Mintz;
ANNO/LUOGO: 2004/ USA;
GENERE: thriller (??);
ATTORI PRINCIPALI: Cary Elwes,
Annabella Sciorra, Kip Pardue.

"Continua a riprendere... sempre!"

voto: *

In una piccola cittadina di provincia americana accadono fatti di sangue: due donne sono state violentate ed uccise. Ma gli unici che collegano le due morti sono una troupe televisiva locale che trova un video dove l' assassino ha registrato le violenze..
Con l' aiuto di un telecronista del famoso programma tv nazionale American Crime, indagheranno privatamente a loro rischio e pericolo..

Per farvi capire bene il livello di ciofeca di questo "film" vi diciamo subito che non appare nemmeno nella filmografia ufficiale del protagonista, ovvero Cary Elwes.. che si vergoni di aver partecipato a questa cosa??? c'è da capirlo, visto che fralaltro nello stesso anno ha partecipato come protagonista al decisamente più riuscito Saw - l' Enigmista!! 
Come è stato possibile che abbia accettato l'ingaggio a questa farloccata se nel frattempo stava partecipando ad una produzione di tutt' altro livello non lo sapremo mai; probabilmente è stato costretto sotto minaccia.
Dal canto suo ha cercato comunque di rendersi irriconoscibile ingrassano di 100 kg, tanto da sembrare una focaccia umana ed un sosia mal riuscito di se stesso. O___O
Il secondo dilemma più grande è: perchè una delle altre protagoniste indossa una palese parrucca bionda stile Carrà??? Nemmeno avesse senso ai fini della trama; e comunque non li poteva tingere/tagliare??? no, probabilmente troppa spesa.. -_____- vabbè
Tutto il resto rimane nei livelli di film per tv a bassissimo budget, con una trama confusionaria e assolutamente noiosa che tenta una mezza critica/satira sulle trasmissioni tv stile "Chi l'ha visto?" e "Quarto Grado" fallando però miseramente il colpo.
Niente di che insomma, della serie se lo beccate una sera in tv cambiate subito canale!!

CONSIGLIATO: Assolutamente no.

Van Helsing
















REGIA: Stephen Sommers;
ANNO/LUOGO: 2004 / USA;
GENERE: vampiri, fantasy, azione;
ATTORI PRINCIPALI: Hugh Jackman, 
Kate Beckinsale.

voto: *

"La domanda è: chi ucciderà chi?"


1888, il cacciatore di mostri Van Helsing viene mandato dalla setta segreta dei Cavalieri del Sacro Ordine della Città del Vaticano in Transilvania per uccidere il temibile Dracula e proteggere la famiglia
Valerious, da secoli tormentata dal vampiro..

Che dire, ovviamente non avevo grandi aspettative con Jackman e la Beckinsale come protagonisti, speravo almeno in una tamarrata USA mix tra Rambo e Blade e invece?
Invece si ride giusto i primi 10 minuti nel vedere il nostro Hugh, sempre super palestrato con capello al vento e mascherina versione Adam Kadmon, svolazzare tra acque sante, proiettili d'argento e mostri talmente mal fatti da sembrare a più riprese arrivati direttamente da un gioco per pc degli anni 90.
Ma l'"idillio" dura poco e dopo la prima mezz'ora, a dir tanto, la noia prende il sopravvento e nemmeno l'arrivo di Dracula (la contro figura di Fausto Leali? ma dove l'hanno preso?! mah) riesce a ritirare su la faccenda già drammatica di suo.
La trama non sà di nulla e nemmeno si tenta di renderla vagamente interessante; la si lascia scorrere tra una stilettata/scazzottata e l'altra in modo stravisto e banale.
Effetti speciali, come già detto sopra, inguardabili quasi in toto, si salvano giusto un paio di sequenze ravvicinate con l'ultima moglie di Dracula ma giusto per essere buoni eh! Tutto troppo finto e troppo fantoccio nel complesso.
Gli uomini lupo poi sono davvero una cosa a parte! Avete presente Gmork della Storia Infinita?
Ecco fate un copia-incolla del muso su un vestito da gorilla da carnevale e il gioco è fatto! Babbabia!! O_O
E perchè Frankenstein?? Ma è un carro viareggino con tanto di lucine intermittenti o cosa? Orribile!
Persino la storia d'amore tra i due protagonisti, tanto trasudata da essere già scritta ancor prima che i due si incontrassero, tarda ad arrivare e quando arriva non frega una mazza manco a loro! Che noiaaaaaaaaaaa
E il finalone (?) con lacrimuccia e annessa speranza dall'aldilà?
Uccidetemiiiiiiiiiiii
by Midnight

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

Circondato dalle Tenebre






REGIA: Eros Bosi e
Lorenzo Buscaino;
ANNO/LUOGO: 2014, Italia;
GENERE: vampiri/horror (?);
ATTORI PRINCIPALI: Eros Bosi, Elisa Rosati, Lorenzo Buscaino, Andrea Buscaino.

"Se hai commesso qualche peccatuccio vatti a confessare! ahahah ihihihih"

voto: *

Tommaso, giovane barista, vive una vita tranquilla fino a che una notte non incontra Caterina, la nuova misteriosa ragazza del suo amico...

A questo punto dobbiamo dirlo: non ci resta che sperare che la Buscaino Pictures non sia altro che un enorme ed elaboratissimo FAKE!
Non riusciamo altrimenti a dare un senso a tutto ciò che esce dalle loro produzioni! Ma detto ciò..
Stavolta la macchina da presa passa nelle mani di Eros Bosi (protagonista delle precedenti pellicole di Lorenzo Buscaino "La Mano Infernale" e "Passepartout-Tutte le porte sono aperte") che riesce a ri-proporci un prodotto assolutamente in linea con i precedenti con i soliti errori tecnici che la fanno da padroni:
riprese a mano libera con immagini traballanti e cambi repentini di luci e messe a fuoco opinabili o totalmente assenti (intere sequenze sono totalmente fuori fuoco), scarsissima la qualità video e audio specialmente all'interno del bar dove tra il riverbero, i rumori di fondo e la musica a tutto volume è praticamente impossibile capire cosa dicono gli attori (orribile). Per non dimenticarci degli effetti speciali che meritano un capitolo a parte: dai va bene il basso budget ma, al solito, basterebbe qualche piccolo accorgimento per evitare di scadere così nel ridicolo; stessa cosa per il make-up basato ancora una volta sul solito sangue fragoloso (che tra l'altro piove letteralmente da tutti i lati vincendo ogni possibile legge della fisica) e su denti posticci trovati nella calza della befana, talmente improvvisati che gli attori non riescono nemmeno a tenerli in bocca figuriamoci a recitarci! O_O (addirittura in alcune sequenze gli attori sono stati ridoppiati a causa dei suddetti, agghiacciante)
E la recitazione???? qualcuno sà cos'è????? possibile che dopo 3 film si perseveri ad utilizzare gli stessi "attori" che hanno palesemente dimostrato di non saper recitare?
Premio speciale va alla vampira Caterina (Elisa Rosati).. senza parole alcune!
Quasi superfluo dire che anche la trama dice poco e nulla; le incongruenze e le inutilità sono talmente tante che dopo 5 minuti già si sbadiglia e vorremmo fosse tutto finito. Ma poi, alla fin fine, la vera trama qual'è??? BOH!
Insomma c'è poco altro da aggiungere e concludiamo con un appello: chiunque guardi questo film o qualsiasi altro della Buscaino Pictures (e vi preghiamo di farlo) ci faccia sapere al più presto se è sogno o realtà! Aiutateciiiii

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

Dexter - 2° stagione


















STAGIONE: 2 (di 8)
IDEATORE: James Manos, Jr;
ANNO/LUOGO: 2008 /U.S.A;
GENERE: poliziesco, thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Michael C. Hall, Julie Benz,
Jennifer Carpenter, Jaime Murray.

"Il mio diavolo ha danzato col suo demone e le note del violinista sono lungi dal giungere al termine…"

voto: * * * *

 Dopo la morte di Rudy, Dexter cerca di tornare alla solita vita ma il suo passato e i suoi dubbi lo tormentano..
I suoi rapporti iniziano ad incrinarsi e per non perderli è costretto ad unirsi ad un gruppo di Tossicodipendenti anonimi; qui incontrerà Lila, una donna misteriosa che gli cambierà la vita...

Divoratami la prima serie in pochi giorni non ho potuto fare a meno di continuare la visione e quindi eccomi qua. Stavolta purtroppo si parte un pò a ribasso con un ritrmo più lento e una fotografia decisamente più cupa e meno brillante.
Simbolicamente ci stiamo addentrando nei meandri della mente di Dexter dove ora regna caos, dubbi e indecisioni.
La sua vita alla luce del sole si fa più fredda e instabile mentre la sua ricerca oscura prende lentamente campo. A dare man forte a questo caos c'è lei: Lila, una donna (decisamente insopportabile, va detto) sopra le righe e dalle mille soprese.
Con lei Dexter tenterà di cambiare il suo lato "malvagio" diventando però qualcosa che non è, allontanando le persone a lui care e rischiando pericolosamente di finire scoperto.
Nonostante l'odiosa Lila che prende campo come una piovra, fortunatamente la serie dalla metà in poi risale riuscendo nuovamente a coinvolgere e appasionare.
*Attenzione SPOILER*
Fantastiche infatti le ultime 3 puntate con una lotta contro il tempo/destino che, fortunatamente, vede il nostro "eroe" uscirne vincitore e quasi totalmente indenne! EDDAJE!
In tasca (per non essere volgari) alla cara Lila e ai suoi progetti delirati.
Peccato solo per il buon vecchio Doakes che c'è finito in mezzo!!
*fine Spoiler*
Finale figo quasi quanto il precedente!!

by Midnight

CONSIGLIATA: si!

Obsessed - Passione fatale

















REGIA: Steve Shill;
ANNO/LUOGO: 2009/ U.S.A;
GENERE: thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Beyoncé, 
Idris Elba, Ali Larter.

"Io non sono più sulla piazza, sono felicemente sposato!"

voto: * / *

Derek è il vice direttore di una importante azienda, felicemente sposato con la sua ex segretaria Shannon. 
La sua vita scorre tranquillamente fino a che in ufficio non arriva Lisa nuova giovane segretaria in sostituzione...

 Thrillerino tranquillo guardabile nella prima mezz'ora nonostante i mille clichè e la trama prevedibile; crolla definitivamente dalla metà in poi suicidandosi del tutto sul finale: talmente ridicolo e buttato via da essere quasi una parodia del genere! Mah..
Beyoncè e la Later talmente cagne da meritare in pieno la nomination ottenuta ai Razzie Awards del 2009! 
Vaaaaabèèèè
Potete vivere senza.
by Midnight

CONSIGLIATO: no!

Dexter


STAGIONE: 1 (di 8);
IDEATORE: James Manos, Jr.
ANNO/LUOGO: 2006/ U.S.A;
GENERE: poliziesco, thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Michael C. Hall, 
Julie Benz, Jennifer Carpenter,
Mark Pellegrino, Christian Camargo.


"Ho imparato a sopravvivere indossando una maschera"

voto: * * * * *

Miami,
Dexter Morgan è un esperto forenze della polizia scientifica ma nasconde un terribile segreto: è un insaziabile serial killer...

Arrivo dopo la musica lo sò ma infondo meglio tardi che mai specie in casi come questi!
E' una vita che volevo iniziare a vedere questa serie ma non riuscivo mai a convincermi.
Mi ero convinta fosse una serie in "stile C.S.I" (dove ogni episodio è scollegato dagli altri per intendersi) tipo di serie per cui non vado matta perciò pian piano mi sono dimenticata della sua esistenza: pessimo errore!
Ebbene si perchè alla fine mi ha preso tantissimo, tanto che mi son finita la prima stagione e iniziato quella dopo nel giro di una settimana! :D
La trama trae spunto dal romanzo: "La mano sinistra di Dio" di Jeff Lindsay ed è una storia, sebbene basata su incipit già sentiti, originale, divertente e coinvolgente.
Tutto ruota attorno al protagonista, Dexter appunto, e alla sua duplice vita: quella di ragazzo modello esperto forense della polizia scientifica di Miami e quella di serial killer professionista.
Nella sua "vita alla luce del sole", costellata da diversi personaggi ignari del lato oscuro, ne succedono di tutti i colori, tanto da sembrare quasi una sorta di sitcom semi-comica.
Nell'altra invece c'è solo lui,le sue vittime e i suoi fantasmi del passato, un terribile passato mostrato a noi tramite un intreccio di flashback.
Nel suo complesso è una serie che regala diversi spunti interessanti sotto diversi aspetti: diverte, commuove, tiene il fiato sospeso riuscendo a coinvolgere lo spettatore sino alla fine.
Merito soprattutto del protagonista: personaggio folle e sopra le righe al punto giusto interpretato da un attore davvero azzeccato che riesce a gestire al meglio ogni situazione mostrandoci un Dexter camaleontico a tratti strafigo (pur senza collo), a tratti psicopartico e a tratti un vero cazzone dalle mille facce (a dir poco meravigliose tra l'altro). Ebbravo Hall!
Diversi gli attori noti presenti nella serie tra i quali voglio ricordare Jennifer Carpenter (famosa nel mondo dell'horror per i suoi ruoli ne L'Esorcismo di Emily Rose e Quarantena ), Mark Pellegrino (il mitico Jacob in LOST ) e Christian Camargo (Eleazar del clan Denali nella saga di Twilight).
Tecnicamente siamo su un alto budget con ottimi effetti speciali e una bella fotografia in pieno stile americano. Davvero fighissima la sigla iniziale sia come idea, come realizzazione e musica (ve la posto sotto tanto non spoilera nulla!) e azzeccata in generale tutta la colonna sonora basata su due temi principali: uno più scanzonato perfetto per le situazioni più simpatiche/assurde e uno più strappalacrime ad hoc per le scene drammatico/serie.
Puntata finale da cardiopalma, della serie io sono rimasta in piedi per tutti i 50 minuti urlando come ad una partita di calcio ma vabè ahaha

Quindi che dire? Se non l'avete già fatto, correte a recuperarla!
by Midnight

CONSIGLIATA: Assolutamente si! 

Il Labirinto festeggia: 7 ANNI!!!


Cari seguaci ebbene si Il Labirinto festeggia ben 7 ANNI!!!

Sembra ieri che abbiamo festeggiato i 6 ed è già passato un altro anno! ci pensate??

Che dire, quest'anno è stato più travagliato svolgere il nostro dovere di guardiane: una di noi ha cambiato casa e questo ha comportato diversi scombussolamenti pratici non da poco ma noi non molliamo e,
anche se con meno assiduità, siamo sempre qui, più matte che mai, pronte a divertirvi e chissà magari
ogni tanto anche ad esservi d'aiuto nelle vostre scelte horrorifiche! :D

Ancora una volta un ENORME GRAZIE a tutti voi che ci seguite instancabilmente da 7 lunghi anni, un grazie speciale a voi che ci lasciate sempre qualche commento, grazie anche ai seguaci fantasma (eddai fatevi vivi ogni tanto!), uno ai nuovi arrivati che speriamo sosteranno qui per parecchio tempo e anche a chi continua a criticarci perchè è anche grazie a voi che il blog è cresciuto migliorandosi ed evolvendo sempre più!

AUGURI a noi insomma e ancora GRAZIE a tutti!!!

Vi vogliamo bene!!

Le Vostre Guardiane

Danika
















REGIA: Ariel Vromen;
ANNO/LUOGO: 2006/ USA;
GENERE: horror, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Marisa Tomei, Regina Hall,
Craig Bierko, Kyle Gallner

"Che diavolo mi sta succedendo? 
sto diventando matta!?"

voto: * *

Danika è una giovane donna sposata con tre figli.
E' una madre iperprotettiva ed una moglie molto gelosa.
Dopo un esaurimento nervoso inizia a fare incubi terribili ed ad avere allucinazioni che si rivelano poi essere delle premonizioni..

Filmetto interessante nella prima parte, benchè già visto e pieno di clichè.
Scade totalmente nel finale; l'idea non sarebbe nemmeno così male in realtà ma a causa di una pessima regia si perde il senso e tutto appare confuso e molto sbrigativo.
Una regia traballante da vita ad un film nel suo complesso parecchio insipido.
Fotografia, attori ed effetti speciali da film tv rendono il tutto molto finto e poco credibile.
A dire il vero, come detto sopra, la prima parte può anche funzionare (motivo per il quale non ho cambiato canale) ma poi, via via che ci si avvia verso l'epilogo tutto inizia a deragliare e i pochi elementi interessanti spariscono nel nulla lasciando il posto ad un finale intuibile e mal strutturato.
Noiosetto e di poco spessore, lasciatelo perdere.

CONSIGLIATO: no

by Midnight

The Host

















REGIA: Bong Joon-ho;
ANNO/LUOGO: 2006 / Corea del sud;
GENERE: ?
ATTORI PRINCIPALI: Song Kang-ho,
Byeon Hie-bong, Park Hae-il.
PREMI:
  • Festival internazionale del cinema fantastico di Bruxelles -2007
    • Corvo d'Oro alla regia

"Io non sono pazzo! 
Mia figlia è viva!"

voto: * * * / *


Corea del sud,
in una tranquilla giornata primaverile un terribile mostro acquatico fa la sua comparsa a Seul attraverso il fiume Han.
Si scatena il panico e si diffonde la notizia che la bestia è infetta e stia portando un terribile virus. 
Molte persone scompaiono sotto le grinfie del mostro, tra queste c'è la piccola Hyun-seo... riuscirà la sua strampalata famiglia a salvarla?

Dopo il bellissimo "Madre" sono approdata su questo precedente film di  Bon Joon-ho e anche stavolta ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Senza gridare al miracolo, questo film regala davvero diverse cose interessanti: un'ottima fotografia fa da sfondo ad una storia che funziona dove niente è messo lì per caso.
C'è una grande attenzione per i dettagli, ricercatezza nel delineare le storie dei personaggi e cura nel mostrarcele.
Il genere è abbastanza indefinibile poichè in realtà è tutti questi generi messi insieme e non ne è nessuno: horror, drammatico, fantascientifico, un politico-sociale e chi più ne ha, ma alla fine non importa neanche più di tanto. A fare da colonna portante ad una storia apparentemente banale vi sono moltissimi sottotesti basati su diversi temi importanti ed attuali come politica e sociale, disastri ambientali, potere militare, egoismo umano.
Tecnicamente presenta degli effetti speciali non proprio esaltanti: il mostrone ricorda a più tratti i mostri dei Power Rangers ma tutto sommato non sono nemmeno così orribili.
La trama coinvolge e riesce a tenere vivo l'interesse dello spettatore fino alla fine.
Si sorride e ci si commuove, pur sbadigliando ogni tanto, ma la lentezza dei film orientali è ovviamente da tenere sempre bene a mente prima di iniziarne la visione.
Orrendo il doppiaggio italiano che leva molta della poesia; peccato.
Da vedere (in lingua originale).

CONSIGLIATO: si
by Midnight

Quel motel vicino alla palude




















REGIA: Tobe Hooper;
ANNO/LUOGO:   1977 / USA;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: Mel Ferrer, Stuart Whitman,
Neville Brand, Robert Englund.

"E' solo il suo istinto! 
Lui ha solo il suo istinto!!!"

voto: *

Louisiana, 
il padrone di un fetiscente motel ai margini di una palude, sfoga la sua follia omicida dando i suoi ospiti in pasto al suo coccodrillo...

Ispirandosi alla storia del serial killer degli anni 30, Joe Ball, Hooper ci propone una pellicola malata si, ma non basta a salvare una trama totalmente priva di gusto e senso:
un delirio totale sotto ogni aspetto in special modo i personaggi totalmente privi di spessore interpetati, inoltre, da attori canidi; su tutti il padre della piccola Angie che inspiegabilmente da vita ad un siparietto delirante con una serie di espressioni e versi assurdi, seguito a ruota dal protagonista (il vecchio pazzo) completamente ed incessantemente preso dal suo delirante borbottìo; di sfondo la presenza di Englund nei panni di un giovane sbandato senza nè arte nè parte..
E perchè la colonna sonora?? una cacofonia perenne basata su suoni elettronici, (a tratti sembra di essere su una navicella spaziale.. perchè?!) sormontata a più riprese da agghiaccianti brani country/messicani (che tra l'altro superano il volume dei dialoghi). Orribile!
Sciapa anche la fotografia e le scenografie che ci sparano direttamente dentro Gardaland o_O e il coccodrillo di cartone??? ahahah mah!!
Si ok, va bene il film del 77' all'avanguardia ma qui si esagera e si scade in un mix di inutilità e soprattutto di terribile noia mortale (moltissime le scene, totalmente inutili, di una lunghezza allarmante).
Finale inaspettato ma totalmente privo di pathos e interesse.
Evitatelo e se proprio non ce la fate guardatelo in versione velocizzata poichè si trasformerà magicamente nelle comiche di Benny Hill!

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

Long Weekend - remake 2008

















REGIA: Jamie Blanks;
ANNO/LUOGO: 2008 / Australia;
GENERE: thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Jim Caviezel,
Claudia Karvan.

"Siamo ossessionati dal sapore della carne umana.."

voto: * * *
 
Peter e Carla sono una giovane coppia in crisi; decidono di regalarsi un weekend di relax e divertimento campeggiando nella natura selvaggia insieme ad una coppia di amici.
Purtroppo il loro rapporto in crisi e l'ositilità della natura circostante trasformeranno il loro viaggio in un incubo senza fine...

Trovato per caso in tv ho deciso di tentarne la visione e devo dire che non ho fatto così male:
questa pellicola, remake dell'omonimo film del '77 (che non ho ancora visto ma recupererò), è interamente basata sul rapporto tra Uomo e Natura; un rapporto totalmente asimmetrico che vede la seconda soccombere e subire i continui irrispettosi attacchi del primo. 
Tutto è mirato a mostrarci questo rapporto e questo divario fino ad arrivare alla svolta (e qui il film cambia rotta) quando la Natura decide di ribellarsi e farsi rispettare inducendo i due giovani ad andarsene a gambe levate.
Non avendo visto l'originale non posso al momento farne un paragone ma devo dire che, nonostante non sia un filmone e presenti alcune piccole lacune/incongruenze, nel suo complesso è un prodotto godibile, con buoni attimi di suspance, qualche salto sulla sedia e un buon messaggio di fondo.
Forse fatica un pò ad ingranare nella prima parte ma poi riesce a riprendersi arrivando ad un finale (prevedibile ma funzionante) dal ritmo serrato.
Attori nella norma, anche se il buon vecchio Caviezel sarebbe interessante anche stando zitto (mica roba da nulla eh!?) e l'attrice forse un pò vecchiotta ma giusta nel suo personaggio.
Le musiche calzano bene e la fotografia pur non eccedendo in cose particolari riesce bene a supportare il film soffermandosi molto sui meravigliosi paesaggi e sugli animali co-protagonisti della storia.
Insomma se vi capita tra le mani potete dargli una speranza.

Consigliato: si.

by Midnight

Altered- Paura dallo Spazio Profondo
















REGIA: Eduardo Sánchez;
ANNO/LUOGO: 2006 / USA;
GENERE: fantascienza, horror, splatter (?);
ATTORI PRINCIPALI: Michael C.Williams, 
Adam Kaufman, Paul McCarthy-Boyington, 
Brad William Henke.

"Ho un conto in sospeso con quel bastardo!!"

voto: *

 Tre uomini, dopo aver assistito 15 anni prima alla morte di un loro amico causata da un tentato rapimento alieno, riescono a catturare uno degli extraterresti. Decidono di portarlo in un luogo sicuro ovvero a casa di un altro loro amico anch'esso coinvolto nel rapimento 15 anni prima.
L'Essere però.. non gli darà vita facile...

E' dopo aver realizzato uno dei migliori horror recenti (The Blair Witch Project) che Sànchez deve aver perso letteralmente il cervello realizzando una ciofeca di questo livello!!
Un tentato orribilante mix tra splatter, fantascientifico, rapimenti alieni, trash con una trama totalmente senza senso; non si capisce infatti nè da dove si parte (la storia passata da cui nasce tutta la vicenda viene appena accennata in modo troppo veloce e superficiale)  nè dove si vuole arrivare (giungiamo ad un finale/non finale completamente privo di logicità, pathos e decenza).
Gli effetti speciali, visibilmente di medio/alto budget quindi nemmeno così male non trovano giustizia e significato finendo per essere sminuiti risultando ridondanti e poco funzionali "utili" solo alle scene splatter di dubbio gusto e natura.. mah!
Attori nella norma, belli davvero si si! -__-"
Idem la colonna sonora praticamente campionata da qualche gioco per pc anni 90..
Ma tornando alla insensata trama molte sono le domande che restano insolute:
*Attenzione SPOILER*
- perchè mai l'alieno è un sadico psicopatico?
- perchè il tipo infetto viene lasciato sguasciare strisciando a destra e manca schifando gli spettatori gratuitamente? non potevano ammazzarlo subito dandogli dignità? no eh?!
- perchè il ciccione ha un così orribile taglio di capelli anni 80?
- come ha fatto il sopravvissuto al rapimento ad auto-togliersi il cip alieno dalle budella?
- e sempre lui: pare che abbia dei poteri paranormali (piatto ricco per gli alieni) quindi perchè lo avrebbero lasciato andare sparendo (apparentemente poichè in realtà se la corrono nei boschi limitrofi) per 15 anni?
- e infine.. ma non arriva nessuno a cercare lo sceriffo morto?? e nessuno viene a fare una capatina nemmeno dopo l'esplosione nucleare? dice che nessuno si è accorto di nulla??? -____________-"
ma come diavolo è possibile???
BOH!!!
*fine Spoiler*
E' tutto: inguardabile, vomitevole, intollerabile.

Cosigliato: Assolutamente no!

True Love




















REGIA: Enrico Clerico Nasino;
ANNO/LUOGO: 2012 / Italia;
GENERE: thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Ellen Hollman, 
Gabriel Myers, John Brotherton.

"Non ti fidi di me?"

voto: * * *

Jake e Kate si sono appena sposati e la loro vita sembra essere il classico sogno da fiaba.. questo fino a che non si risvegliano inspiegabilmente all'interno di 2 stanze vuote e capiscono di esser stati rapiti.. il loro però non è un "normale" rapimento ma un terribile gioco sul "vero amore"....

Un made in Italy di buona fattura, con un ottimo apparato visivo e due bravi attori (statunitensi) che fanno da colonna portante ad una storia basata internamente sui loro personaggi.
Tecnicamente tutto è di alto livello dalla fotografia, al montaggio, alle luci al trucco e parrucco tanto da sembrare un film statunitense in tutto e per tutto.
La scelta dei due attori principali è azzeccata: sembrano realmente la coppia perfetta dei film di hollywood e man mano che il film avanza, grazie anche all'ottimo lavoro dei truccatori, li vediamo mutare e tornare quasi ad uno stadio primitivo.
La trama è originale e, seppur prendendo spunto da film quali Saw e The Cube, riesce comunque a svilupparsi in modo autonomo ed interessante; cosa non da poco visto che si svolge interamente in due sole stanze e con solo 3 attori.
C'è piaciuta poi molto la trovata del computer che pone alle 2 vittime domande sul proprio compagno con l'intento di insinuare dubbi e mettere alla prova il loro "vero amore".
Purtroppo durante lo sviluppo del film si vengono a creare una serie di incongruenze e situazioni che restano poi inspiegate o insensate
*Attenzione SPOILER*
come ad esempio i video della coppia risalenti al prima che si mettessero insieme: come è possibile? L'ideatore del "gioco" aveva già presupposto che i due si sarebbero messi insieme?? non è dato sapere oltre ad essere umanamente impossibile per come si conclude il film..
Inspiegabile inoltre l'inserimento di una sorta di metafisica (?) sul finale dove le barriere spazio/gravitazionali vengono letteralmente scardinate dai due protagonisti che si ritrovano magicamente nella stessa stanza cadendo da una sedia.. (eh??)
e infine: l'amante?!? era reale o una proiezione mentale dei due? non si sà..
*Fine Spoiler*
Nel complesso comunque è un film godibile che riesce bene fino alla fine percui se vi capita sotto mano dategli una chance!

CONSIGLIATO: si.

La Stirpe del Male



















REGIA: Matt Bettinelli-Olpin, Tyler Gillett;
ANNO/LUOGO: 2014, USA;
GENERE:  horror, mockumentary;
ATTORI PRINCIPALI:  Allison Miller, Zach Gilford.

"Tu sei nata dalla Morte!"

voto: *

Zach e Samantha si sono appena sposati e al rientro dal loro viaggio di nozze lei si accorge di essere rimasta incinta... tutto sembra "normale" ma da questo momento in poi tutto cambierà, 
il bambino che porta dentro di sè non sembra essere di questa terra....

Scoperto per caso passando davanti al cinema (ed è tutto dire), ecco ci qua a parlarvi di questo ennesimo film/mockumentary sulla venuta dell'Anticristo, anzi qui ce ne sono più di uno! -__-"
Nulla di nuovo sotto il sole se non la mistica adorazione del misterioso simbolo dell'Euro o_O?!?! boh..
Il resto è davvero un mix di cose già viste sotto qualsiasi punto di vista ricordandoci film come Rosemary's Baby e la saga Paranormal Activity ecc ecc
Tecnicamente, si sceglie la via del finto documentario caratterizzata da riprese esasperatamente "veritiere" con telecamera amatoriale a mano, intervallate da riprese improbabili da telecamere di servizio (quelle del supermarket) o da personaggi esterni alla storia (i ragazzi nel bosco) cose che per forza di cose tolgono qualsiasi possibilità di "realtà" al film che si presenta come tale...
Ma l'apice lo si raggiunge con l'effetto mirabolante del simbolo dell'Euro infuocato che s'illumina di luce propria in modo feroce abbagliando, confondendo e stordendo lo spettatore grazie anche ad un rombo supersonico O_O ma perchè????
Persino i personaggi non hanno alcuno spessore e non riescono a farsi amare, a parte Sam Anderson (il buon vecchio Bernard di LOST) unico personaggio di cui c'è fregato qualcosa ma che purtroppo vediamo sanguinare e delirare troppo presto sotto l'influsso del Male, peccato ahaha!
Pochissimi momenti di tensione resi tali soltanto da forti rumori da tipico salto sulla sedia, e dalle solite immagini al buio con telecamera ad infrarossi.. su questo punto tra l'altro c'è anche da aggiungere che vengono sempre usate in contesti inverosimili: in una situazione reale non avrebbe senso usare gli infrarossi avendo la luce in casa! ancor dipiù in una situazione come questa dove in casa c'è un cane rintronello e una donna (delirante) incinta!! Maddaaiiiii 
 E' vero, abbiamo visto film più brutti e/o più noiosi nel complesso ma questa Stirpe del Male è talmente inutile e scontata che non possiamo fare altro che dargli i nostri punteggi più bassi..
C'è poco antro da aggiungere, evitatedi perderci soldi e tempo.

Unica cosa, guardatevi il video promozionale (qui sotto) perchè merita davvero ahaha geniale!

Consigliato: Assolutamente no!

HeartStopper



















REGIA: Bob Keen;
ANNO/LUOGO: 2006/ Canada;
GENERE: horror/slasher;
ATTORI PRINCIPALI: Meredith Henderson,
James Binkley, Robert Englund

"...è proprio un vero RubaCuori!"

voto: *

Il serial killer Jonathan Chambers viene giustiziato sulla sedia elettrica. 
Una volta in ospedale per l'autopsia però il suo corpo si risveglia... la sua voglia di sangue è ancora viva e non si fermerà davanti a nessuno...

 Un vero e proprio B movie da terza serata.
Una trama assurda che tenta di mescolare (male) splatter, thriller, misticismo, paranormale, dramma materno, demoni e film adolescenziale in un turbinio di fuffa totale peggiorato, se possibile, anche da un apparato tecnico a basso budget davvero inguardabile.
Anche gli attori e i loro personaggi contribuiscono al fallimento di questa pellicola risultando inutili, cani e pure antipatici più che mai. Segnaliamo (?) solo la presenza del buon vecchio Robert Englund (Freddy Krueger) nei panni di un poliziotto marpioncello che però ci lascia un pò troppo presto e non vi abbiamo rovinato nulla tranquilli.
Tra le scene da ricordare (ilarmente parlando ovviamente) i vari inseguimenti in barella e carrozzella, l'omicidio del poliziotto che viene scaraventato in ogni dove, senza un perchè, e il turbine interstellare finale che apre un varco (per altro risucchiando ogni oggetto presente sulla scena) con un mondo mistico inspiegato O_O mah!!! BOOOOH!
Da lasciar perdere senza remore alcune.

CONSIGLIATO: no!

***Trailer singolo introvabile, potete però vederlo qui al minuto 02:00***

Cortometraggio: Tell
















REGIA: Ryan Connolly;
ANNO/LUOGO: 2012 / USA;
GENERE: horror, thriller;
DURATA: 30 minuti;
ATTORI PRINCIPALI: Todd Bruno,
Shana Eva,
Brigitte Kali Canales.


voto: * * * *

Una coppia sta discutendo animatamente.. la lite finisce in tragedia con la morte di lei. 
L'uomo rimasto solo deve trovare il modo di nascondere l'accaduto ma nel frattempo iniziano ad accadere fatti terribilmente inspiegabili...

Una delle migliori cose che abbiamo visto nell' ultimo anno, e dire che è solo un corto di 30 minuti!! *_*
Liberamente ispirato al racconto "Il Cuore rivelatore" di Poe, questa è una storia che con pochissimi elementi che riesce a coinvolgere e a tenere la tensione ad un livello davvero alto, raggiungendo l'apice con un' ultimissima scena da cardiopalma! 
Di gran lunga superiore ai "filmoni" horror ad alto budget che stanno uscendo ultimamente nelle sale!!
Ottimo anche l' apparato tecnico con una bella fotografia, molto curata, basata su colori quasi desaturati tra il bianco-nero e un leggero sepia, ed un montaggio davvero interessante che si avvale di inquadrature e tagli particolari che contribuiscono ad aumentare la tensione.
Anche gli attori, o per meglio dire l'attore principale Todd Bruno che recita quasi interamente da solo, risulta credibile e riesce a dare spessore e phatos al suo personaggio pur avendo pochissimo tempo e poco spazio a sua disposizione.
C'è poco altro da dire e speriamo di vedere presto magari al cinema un lungometraggio di questo regista da tener d'occhio! Intanto aspettiamo il suo prossimo corto a tema Zombie che speriamo non tardi ad arrivare!

CONSIGLIATO: assolutamente si!

Dark Skies - Oscure presenze

















REGIA: Scott Stewart;
ANNO/LUOGO: 2013/ U.S.A;
GENERE: paranormale, fantascienza;
ATTORI PRINCIPALI:  Keri Russell, 
Josh Hamilton, Dakota Goyo.

"Esistono solo due possibilità: 
o siamo soli nell'universo o non lo siamo.
E sono una più terrificante dell'altra."
[Arthur C. Clarke]

voto: * *

La famiglia Barret vive una vita serena in una tranquilla periferia americana fino a che un giorno iniziano ad accadere fatti inspiegabili ed inquietanti che porteranno i Barret a dubitare della propria sanità mentale...

Ennesimo filmone statunitense sul tema "rapimenti alieni": al contrario di molti suoi predecessori si parte (e ci si sviluppa) bene, giocando sull'emotività dei personaggi e la tensione che si va a creare tra di loro grazie ad un non-vedo che insinua, sia nei personaggi che negli spettatori, il dubbio che non si tratti di presenze aliene ma di follia umana. Peccato però che man mano che il film prosegue, si vada a perdere di mordente finendo con un epilogo del tutto privo di interesse, aggravato dall'inserimento visivo di alieni (?) veramente fittizzi e orribilanti (ricordate il video Starlight - Superman Lovers?? ecco avete visto gli alieni -___-" mah..)
Tecnicamente, a parte gli alienacci finali, siamo su un buon livello visivo negli standard ad alto budget americani; idem per gli attori tra i quali segnaliamo solo Josh Hamilton (nei panni del padre) noto più per la sua recente partecipazione nella serie tv American Horror Story- Coven dov'era cacciatore di streghe, quanto è piccolo il cinema eh! :D
Non c'è molto altro da dire se non che potete tranquillamente evitarlo senza perdervi nulla!

CONSIGLIATO: no.

Oculus


















REGIA: Mike Flanagan;
ANNO/LUOGO: 2014/USA;
GENERE: horror ??
ATTORI PRINCIPALI: Karen Gillan, Brenton Thwaites, Katee Sackhoff.


"Ho visto il Diavolo..
..Lui è Me."

voto: *

Kaylie e Tim hanno assistito da piccoli all' omicidio della madre per mano del padre. Ormai adulti si ritrovano per distruggere quello che secondo loro è il vero colpevole: un antico Specchio posseduto dal Male.. ma l' impresa si rivelerà più difficile del previsto...

Parliamoci apertamente: eravamop già consapevoli che il film sarebbe stato una sòla! siamo andate a vederlo solo perchè ci eravamo illuse che fosse un film sulla scia de Il Mai Nato e Boo Morire di paura, ovvero grasse risate assicurate!
Ci troviamo invece di fronte ad una pellicola che non ingrana mai lasciando lo spettatore indifferente sia di fronte ai personaggi isnipidi sia alla trama inconsistente. Ed è un peccato perchè in realtà la sceneggiatura aveva del potenziale, e se sviluppata in maniera totalmente diversa sin da subito avrebbe potuto regalare per lo meno un thriller interessante.
Andiamo nello specifico: il personaggio principale del film è lo Specchio che sembrerebbe avere una moltidutine di poteri demoniaci immensi, ma che inspiegabilmente non vengono praticamente mai mostrati! Si poteva giocare sulle paure dei protagonisti, amplificate dai riflessi dello specchio o giocare molto di più sulle illusioni create da esso che alterando la realtà avrebbe fatto vivere ai personaggi "storie parallele" in bilico fra realtà e finzione (cosa che si riduce invce solo in due scenette buttate li, come ad esempio la mela/lampadina); 
*Attenzione SPOILER*
La pellicola invece sceglie di non vivere il presente ma limitarsi a ricostruire gli eventi del passato; è da notare infatti che un buon 80% della trama è concentrato sul ricostruire l' infanzia dei due ragazzi e non su quello che gli accade nel presente.
A questo proposito l' unica nota positiva è la scelta di mostrarci i due piani temporali alternativamente quasi come se si fondessero fra di loro.. Attenzione però! questo espediente narrativo/visivo che sembra intrigante nel procedere della storia va a perdere sempre più di interesse e senso poichè noi sappiamo già dall' inizio che cosa è accaduto realmente ai due ragazzi per cui questa scelta di ricostruire lentamente gli avvenimenti di quel tempo non porta assolutamente a niente; poteva avere un suo risvolto soltanto se nel finale si fosse presentato un colpo di scena bomba che avesse ribaltato tutto quello che noi credevamo di sapere.. peccato.
*FINE Spoiler*
Ma anche andando oltre la trama si trova ben poco di salvabile: attori di uno stanrd medio/basso davvero poco credibili ed esageratamente patinati (da notare su tutti il padre che è mix tra un Orsetto gommoso e un barbone sfatto.. con tutto il rispetto per i barboni!); i mostri/demòni (??) dagl'occhi inspiegabilmente lucenti anche al buio completo lasciano a desiderare risultando l' ennesima campionatura stavolta privata anche di quel vago effetto "salto sulla sedia" che questo film in particolare poteva sfruttare davvero alla stragrande.. mah.. 
Gratuite anche le due/tre scenette ammiccanti allo splatter (?), che non trovano nessun sviluppo e senso ai fini della trama.
In conclusione un film che non regala nulla, nulla, nulla.


Per questo "Vai con i Finali Alternativi by Il Labirinto!" (da leggere soltanto dopo la visione del film!)

1) Presente e passato, realtà ed illusione vanno sempre più a fondersi tanto da diventare un tutt' uno: 
i due ragazzi adulti decisi a distruggere i poteri occulti dello Specchio, che a loro pensare è stato carnefice dei genitori, si ritrovano per affrontarlo. Durante lo "scontro" i due iniziano a rivivere quello che credono sia accaduto quando erano bambini, piano piano però si rendono conto che le cose non tornano e che quello che stanno vivendo non è soltanto illusione creata dallo Specchio ma realtà: annullando le logiche spazio/tempo esso ha fatto si che i 2 giovani abbiano ucciso i loro genitori nel passato/prensente!

2) I due ragazzi si ritrovano per fornteggiare lo Specchio e vendicare la morte dei genitori, ma dopo una serie di illusioni i due scoprono una shokante verità: anche loro sono morti e le loro anime sono state imprigionate per sempre nello Specchio che li costringe a rivivere quest' incubo all' infinito..


CONSIGLIATO: no!


Halloween - The Beginning

















REGIA: Rob Zombie;
ANNO/LUOGO: 2007/U.S.A;
GENERE: slasher, horror;
ATTORI PRINCIPALI: Scout Taylor-Compton,  
Malcolm McDowell,  Brad Dourif, Tyler Mane.


"Lui è il Male Puro!"

voto: * *

Il piccolo Michael vive in una disatrata famiglia americana. Sviluppa un morboso piacere nell'uccidere e torturare piccoli animali cosa che ben presto lo porterà a farlo sugli esseri umani.. la nascita di uno dei più spietati serial killer della storia del cinema..

Il film è un misto tra remake e prequel della famosa saga "Halloween". 
Si lascia guardare tra uno sbadiglio e l'altro colpa di una trama poco consistente e banalotta. 
Gli effetti speciali e la fotografia non sono tra i peggiori ma non regalano neanche grandi cose da segnalare. Stessa cosa per gli attori, tra tutti segnalo il piccolo Daeg Faerch perfetto nel ruolo da vero bimbo psicopatico!
Per il resto, c'è poco da aggiungere se non che il buon vecchio Rob non riesce a reggere il confronto con l'efficace sobrietà del primo Carpenter.. peccato!
La prima parte (quella del prequel) regge meglio della seconda (il remake appunto) ma nel complesso comunque resta un film che potete tranquillamente lasciar perdere.

CONSIGLIATO: no

by Midnight

Paranormal Experience (?) # La Cortaccia - Fattoria delle Corti a Ruballa

E così dopo un bel pò di tempo torniamo a girovagare in cerca di luoghi presuntamente infestati, inquietanti luoghi dove leggenda e realtà si fondono nel magico mondo della suggestione (?)..
Ancora una volta siam tornate nei dintorni di Firenze, zona ricca di leggende e luoghi misteriosi dove, come si diceva "ci si sente!"...


La Cortaccia - Fattoria delle Corti a Ruballa 
Toscana, Osteria Nuova, Bagno a Ripoli, nei pressi di Firenze




La Storia:
La fattoria delle Corti a Ruballa è detta da tempo immemorabile La Cortaccia.
L’aspetto austero e le alte mura merlate che la circondano, unitamente alla sua posizione un pò isolata, hanno contribuito a far fiorire intorno a questo edificio la credenza che «alla Cortaccia ci si sente», cioè che fosse un posto frequentato dagli spiriti.
In effetti le ampie soffitte disabitate danno da sempre rifugio a topi e rapaci notturni, in special modo barbagianni e civette. I rumori da loro prodotti e quegli occhi fosforescenti nella notte, messi insieme a tanta suggestione (e a volte anche a qualche bicchiere di troppo), non facevano altro che alimentare la superstizione.
I vecchi del luogo raccontano la storia di un barrocciaio che, passando lungo la strada provinciale durante la notte, diceva di aver visto un paio di occhi gialli che lo scrutavano dai merli del palazzo, mentre si udiva un rumore simile a quello di un uomo che russava: «O quell’omo, la stia attento a non cascar di sotto!» gridò spaventato il barrocciaio, mentre incitava il cavallo ad aumentare il passo!
Un’altra volta un passante raccontò di aver visto fuori della fattoria, nella luce incerta dell’alba, un frate che aveva d’intorno una chioccia con i suoi pulcini.
Sempre riguardo a La Cortaccia, circola un’altra credenza: quella che vuole questo antico edificio collegato con l’altrettanto vetusto Spedale del Bigallo per mezzo di una galleria sotterranea.
La distanza in linea d’aria tra i due edifici non è breve (850 metri): a ogni modo strane gallerie rivolte nella direzione giusta, perlomeno al Bigallo, esistono davvero!

[storia tratta dal libro "Storie di un paese" di Michele Turchi]



La Nostra Esperienza:
Purtroppo non siamo riuscite ad entrare -___-" poichè tutti gli accessi sono stati allucchettati per bene dal cantiere che fino a pochi anni fa era stato tirato su per le ristrutturazioni dello stabile. Il resto sono alte mura abbastanza invalicabili vista l'altezza..
Abbiamo provato a contattare il comune ma niente -__-"
Addirittura ci siamo infilate in casa del contadino che confina con il giardino chiedendo informazioni ma anche stavolta siamo rimaste a bocca asciutta poichè anche lui ci ha confermato che è tutto chiuso da anni. mannaggia!
E dire poi che all'interno della casa pare vi siano anche degli affreschi di valore! Mah..
Dall'esterno comunque la casa ha un aspetto spettrale perfetto per apparizioni fantasmagoriche, cigolii e rumori inquietanti.. il resto è ovviamente celato al suo interno, mannaggia!
Speriamo di poter presto trovare qualcuno che ci dia il permesso di entrare quantomeno a fare qualche scatto.. vi terremo aggiornati!
Ovviamente se per caso qualcuno di voi ha avuto occasione di entrarvi fatecelo sapere eh!




LUOGO: 6 su 10
INTERESSE PARANORMALE: /

American Horror Story - Coven
















IDEATORI: Ryan Murphy e Brad Falchuk;
TITOLO ORIGINALE: American Horror Story - Coven;
NAZIONE: USA;
GENERE: horror, drammatico;
ANNO DI INIZIO: 2013:
ANNO DI TERMINE: 2014;
N° STAGIONE: 3;
N° EPISODI: 13;
DURATA EPISODI: 40 min;

"Solo una di voi sarà la nuova Suprema.. 
e allora le cose cambieranno una volta per tutte in questa congrega!

voto:  * * * 

In un ricco quartiere di New Orleans vi è una villa adibita a "scuola/congrega" per streghe.
Il momento è delicato poichè si sta avvicinando il momento dell'elezione della nuova "Suprema"che sostituirà l'attuale leader.
Ognuna delle streghe presenti nella congrega potrebbe essere quella giusta ma solo dopo diverse prove si arriverà al verdetto.. la strada però non sarà affatto facile e diversi personaggi metteranno i bastoni tra le ruote alle nostre streghe...

E così siamo giunti alla terza serie di questa amata serie tv a tema horror!
Per prima cosa va detto che, arrivando dalla seconda stagione, stavolta abbiamo davanti una storia più compatta e più vicina alla prima, infatti, pur essendoci diverse sottostorie si fa comunque capo ad un unico filo conduttore ovvero la congrega di streghe.
Tecnicamente siamo sempre ad un ottimo livello: sempre bella la fotografia e il montaggio ad anche la colonna sonora è sempre ben inserita e curata; (a parte la sigla che, al solito, ci stempia per la parte musicale e stavolta lascia pure a desiderare sulla parte visiva. Peccato.)
A fare da colonna portante in questa serie sono i personaggi, come sempre ben costruiti e ben interpretati;
ve ne sono infatti alcuni davvero meravigliosi quali Marie Laveau (la Strega Nera del Voodoo) e vi consigliamo di sentirla recitare in lingua originale perchè la sua voce è davvero bellissima, la spietata Delphine LaLaurie intrepretatata dalla sempre verde Kathy Bates, il Demonio Papa Legba che anche se per poco regala comunque grandi sogni (va detto che l'attore Lance Reddick è già nei nostri cuori ormai dai tempi di LOST), Axeman (il sassofonista assassino) anch'esso bravissimo e con una voce (originale) meravigliosa e infine ma non ultima la crudelissima Fiona (Jessica Lange), seppur leggermente sottotono rispetto alle altre 2 serie comunque sempre una grande prova pe lei!
Come detto in apertura, la trama gira attorno a questa Congrega di streghe all'interno della quale sta per essere eletta la nuova Suprema, da qui si sviluppano una serie di storie parallele ognuna legata ad un personaggio: espediente tipico di A.H.S che però qui, a causa di tempistiche troppo lunghe o troppo corte e confusionarie, non riesce a convicere e a creare la suspance giusta; per non parlare poi del fatto che spesso queste storie sono lasciate a se stesse sparendo nel nulla per poi ricomparire sempre dal nulla creando molta discontinuità alla visione.
L'idea comunque è valida ed originale e riesce a interessare lo spettatore almeno fino al finale che però merita due parole a parte..
*ATTENZIONE SPOILER*
O_O Ma siamo proprio sicuri che finisca tutto così? è uno scherzo??
Le storie più interessanti si chiudono in modo brutale quasi come fossero di sfondo: i cacciatori di streghe, che sembravano essere i Nemici numero 1 delle streghe, vengono liquidati in 3 minuti (e tra l'altro ci vorreste far credere che in tutto il pianeta erano gli unici esistenti?? mah..), la fine della Strega Nera che quasi non la si vede nemmeno così come quella di Madame Lalurie anch'essa lasciata a se stessa?
Ma anche la fine di Fiona dai!: un personaggio così importante e spietato che si lascia morire così?! non era da lei!
E Baby Birba (il maggiordomo Spalding) con la piccola bimba (viva) in fasce??? già era inspiegabile il suo deambulare ed interagire con il mondo data la sua situazione di fantasma, ma ancor più lo è il fatto che lui riesca ad allevare una bimba libero e felice mentre ai piani sottostanti hanno aperto Hogwarts O_O???!!! non è dato sapere...
E c'è anche da aggiungere che tutti questi finali e non finali (come Baby Birba e i Cacciatori) durano una vita e distraggono lo spettatore dal vero finale (anch'esso della durata di 10 ore) che tra l'altro è davvero privo di brio: inutile secondo noi la scelta di ri-bruciare la rossa e di incoronare Suprema la più loffia della Congrega! Mah.. Brutto brutto.
*FINE SPOILER*
Finale insomma nel suo complesso deludente assai.
Poco altro da aggiungere se non che per noi quello che manca a questa serie, così come anche alla precedente, è quel pathos e quell'effetto sorpresa che ti lasciava ogni puntata della prima sostitito oramai da un gran calderone di idee mal sviluppate e soprattutto mal concluse.
Bisognerebbe che gli sceneggiatori smettessero di "aggiungere" e iniziassero invece a "togliere", tornando così, forse, alla freschezza della prima serie.

CONSIGLIATA: ni.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails