Chat Room - I segreti della Mente





















REGIA: Hideo Nakata;
ANNO/LUOGO: 2011, Inghilterra;
GENERE: thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Aaron Johnson, Imogen Poots, Matthew Beard,
Hannah Murray, Daniel Kaluuya.

"Prova a metterti in mezzo e farò diventare la tua vita un Inferno!!"

voto: * * / *

Il giovane William crea una chat, Chelsea Teens!, per cercare di fare nuove conoscenze; ben presto  altri quattro ragazzi confluiscono in questo spazio e riveladosi i propri segreti e paure iniziano a sviluppare un rapporto di amicizia, anche se virtuale. Il fondatore sembra in un primo momento crecare di aiutarli a risolvere i loro problemi; ma William non fa niente per niente...

Per come ci era stato mal presentato eravamo già pronte ad affrontare un abominio colossale, invece questo "Chat Room", pur non essendo certo un must, ci propone comunque qualche spunto interessante.
La trama infatti affronta temi pesanti e drammatici (quali depressione e suicidio) passando attraverso le storie di 5 ragazzi che si incontrano in chat; tra loro sembra nascere un' amicizia fin quando non si rendono conto che uno di loro li stà usando per i suoi scopi sadici..
Tutto questo si svolge saltellando dal mondo reale, caratterizzato da colori grigiastri e monocromatici, al mondo virtuale, molto colorato ed eccentrico; bella l' idea di realizzare quest' ambiente come se fossero vere proprie stanze personalizzabili, cosa che per chi come noi ha vissuto il periodo di boom delle chat nella sua adolescenza troverà molto realistica.
I problemi però che impediscono al film di realizzarsi a pieno sono fondamentalmente due: da una parte la lentezza nello svolgimento (benchè non sia un film da definirsi lento) che rallenta il delinearsi della trama;
dall' altra, un' eccessiva superficialità nella caratterizzazione dei perosnaggi, soprattutto perchè il film vuole basarsi interamente su di loro! Più di tutti ci manca una maggiore introspezione del protagonista, del quale finiamo per non sapere praticamente nulla, ed è un peccato.
Tecnicamente niente di nuovo sotto il sole, sia per quanto riguarda fotografia/effetti speciali, sia per la colonna sonora e per gli attori, tutti più o meno nella norma.
In sostanza un film che con una sceneggiatura più accurata ed una regia migliore (Hideo Nakata è lo stesso regista degli originali giapponesi "The Ring" e "Dark Water") avrebbe potuto dare molto di più.

CONSIGLIATO: ni.




Blog dell'anno?? CORRETE A VOTARCI!!!



Ragazzi il nostro blog è tra i candidati per poter essere eletto "IL MIGLIOR BLOG DI CINEMA 2012" *_*
ma per poter conquistare questo egregio riconoscimento ABBIAMO BISOGNO DI VOI perciò... CORRETE SUBITO A VOTARCI!!!!!

per farlo cliccate a questo link e troverete l'elenco dei blog canditati:
http://hovogliadicinema.blogspot.it/2012/12/miglior-blog-di-cinema-votate.html


GRAZIE in anticipo a tutti!!!!!!

Godspeed






















REGIA: Robert Saitzyk;
ANNO/LUOGO: 2009, USA;
GENERE: drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Joseph McKelheer, Cory Knauf, Courtney Halverson;
PREMI: Exceptional Artistic Achievement Award - CineVegas International Film Festival 2009.

"Dio è semplice, divina, magnifica, azione!"

voto: *

Charlie è un predicatore guaritore sposato, in crisi, con un figlio piccolo.
Una sera dopo aver litigato con la moglie esce di casa e mentre è fuori due loschi figuri irrompono in casa e uccidono la sua famiglia..
6 mesi dopo Charlie viene avvicnato da una ragazza che dice di amarlo da sempre, e gli chiede il suo aiuto per guarire il padre malato.. lui accetta, ma quello che si troverà davanti sarà ben diverso da quello che si aspettava.....

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffetecchia colossale!!!
Il regista ci crede tantissimo e tenta in tutti i modi di mettere su un film impegnato, fallendo però inesorabilmente, affogandoci nella noia più totale ed abrutente e con la lentezza di un bradipo senza braccia ci lascia stramazzare al suolo per due ore interminaaaaabili di film.
Saltando a piè pari il lato tecnico che, è scontatamente pessimo, ci soffermiamo più volentieri sul dire che la trama, in realtà molto semplice, diventa un inutile trip: colpa di flashback enigmatici e dialoghi lunghissimi e senza senso, che danno per scontato che lo spettatore conosca gli avvenimenti antecedenti all' omicidio.. questi elementi avrebbero invece dovuto darci delucidazioni, e non incasinarci!
Il tentativo ossessivo di Saitzyk di renderlo un "film d'autore" non trova per questo nessuno sbocco, e anzi peggiora la faccenda cercando per altro, in tutto e per tutto, di ispirasi/imitare/ricordarci "Into the Wild" : molte le inquadrature della natura selvaggia dell' Alaska che da semplici riempitivi cercano di buttare lì un senso forzatamente introspettivo.. mah.. E perchè, vogliamo forse dimenticarci del vecchio Charlie che è la copia esatta di Christopher McCandless (il tipo di Into the Wild), compresa barba???? ma per piacere!
Si salvano solo i titoli di coda.. ma sinceramente potete vivere bene anche senza averli visti! 

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

 

1921, Il Mistero di Rookford





















REGIA: Nick Murphy;
ANNO/LUOGO: 2011, Regno Unito;
GENERE: horror, thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Rebecca Hall, Dominic West, Imelda Staunton,
Isaac Hempstead-Wright.

"Il buio più grande è quando non ci sforziamo di aprire gli occhi"

voto: * * * 

E' il 1921 ed è da poco finita la prima guerra mondiale; Florence Cathcart, una delle pochissime donne istruide dell' epoca, si occupa del "paranormale", o meglio si dedica a smascherare i sedicenti medium che all' epoca spopolavano dimostrando che si tratta ogni volta di impostori che mettono in scena sofisticate finzioni per lucrare sul dolore della gente..
Quando verrà contattata da un insegnate di un collegio di Rookford, dove un bambino è stato ritrovato morto dopo che aveva visto il fantasma di un altro bambino, lo stoico scetticismo di Florence verrà messo a dura prova, soprattutto quando si renderà conto che lo spirito che tormenta la scuola sembra esistere realmente.. e vuole lei!

Il Mistero di Rookford è un film che si lascia piacevolmente guardare!
Tecnicamente caratterizzato da colori sui toni del grigio, stile vecchia Londra (luogo in cui si ambienta), si avvolge in una luce soffusa effetto pastellato che lo rende molto interessante, merito anche di una buona fotografia. Non male anche il tema musicale che, anche se un po' ripetitivo e talvolta troppo epico, risulta sottolineare bene le diverse situazioni.
Unico lato negativo sono gli effetti speciali, o meglio "l' unico", ovvero il fantasma! Esageratamente computerizzato, fittizio e con il tipico pluriusato effetto "bocca allungata", orribile!! peccato -_-
La trama si apre con quella che sembra una classica storia di "caccia ai fantasmi" riuscendo però fin da subito ad interessare lo spettatore, interesse che aumenta con un primo apparente finale ed un successivo cambio di rotta che sposta l' attenzione sulla protagonista che ora diventa il personaggio chiave della storia.
Da qui lo spettatore viene maggiormente coinvolto con una serie di indizi piazzati più o meno scentemente, grazie ai quali si spinge a farsi mille idee sull' ipotetico epilogo della storia.
Noi infatti arrivate a questo punto siamo giunte a mirabolanti conclusioni nella migliore delle quali: il piccolo Tom era il figlio di Florence, Robert l' uomo che lei tanto amava e che credeva morto in guerra, e lei per qualche trauma aveva rimosso tutto ed era stata riportata li per ricordare. ahaha che menti! :D!!
Il vero finale non è proprio così, ma comunque non ha perso totalmente il senno restando una degna conclusione.
Nel complesso un thriller/drammatico guardabile e di piacevole visione!

CONSIGLIATO: si.



At the End of the Day - Un giorno senza fine






















REGIA: Cosimo Alemà;
ANNO/LUOGO: 2011, Italia;
GENERE: thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Stephanie Chapman-Baker, Neil Linpow,
 Lutz Michael.


"La paura ti cambia,
ti fa fare cose che non immaginavi di fare.."

voto: * * * * *

Laura approfitta delle ferie per andare a trovare la sorella Monica, e sotto il suo invito si unisce ad i suoi amici per una partita di Softair: tutti e sette si dirigono perciò in un' isolata zona boschiva dove possono giocare senza essere disturbati.. quando però Monica non fa più ritorno alla "base" si renderanno conto che la loro tranquilla domenica si stà per trasformare in un incubo..

*_____________________* wooooooooooow!!!!
Scegliere di vedere questo film, come immaginerete, non è stato per noi cosa facile visti i presupposti:
i pessimi precedenti Made in Italy in cui continuiamo ad imbatterci seguiti a ruota da un trailer che non aiuta, anzi depista parecchio lo spettatore, ci hanno sempre spaventato.
Ma fortunatamente queste dubbie premesse sono state scardinate lasciando il posto ad un' ottima scoperta!
L' opera prima di Alemà, che fino ad oggi si era dedicato solo alla realizzazione di videoclip musicali, è davvero egregia sotto tutti i punti di vista: ottimi attori (per altro tutti giovani emergenti stranieri, e la cosa dice tanto visto che per il resto il film è interamente prodotto e realizzato da un team italiano..), bellissime inquadrature, fotografia, colori e montaggio (ricordiamo poi che la pellicola è stata interamente girata con telecamera "a mano" cosa certo non di poco conto); una colonna sonora poi davvero intrigante che sottolinea perfettamente ogni situazione senza mai però essere invadente o esagerata, pur essendo molto particolare! Persino i titoli di testa acquisiscono un valore in più grazie ad essa!! Bravi!
Si vede che il regista ha lavorato per anni nel mondo della musica e dei videoclip dove l' intento è quello di rappresentare visivamente una canzone riuscendo ad esaltarla senza sovrastarne l' importanza; qui Alemà fa l' opposto: riesce ad esaltare le sue immagini scegliendo sempre ottime musiche che riescono perfettamente ad accompagnare ciò che vediamo!!
Visivamente c'è molta cura dei dettagli: nulla è a caso, persino le inquadrature di paesaggi, animali o natura in genere, che solitamente, in film come questi, fungono da riempitivi, qui sono volutamente inserite per sottolineare il fatto che anche gli aspetti più truci dell' uomo fanno parte di una natura che incurante di tutto continua inesorabilmente il suo corso.
La trama, che dice ispirarsi a fatti realamente accaduti, è davvero coinvolgente e in un crescendo di phatos e angoscia incolla con l' attack a presa rapida lo spettatore allo schermo che, nei momenti più clou, soffre come fosse sulla scena e non può far altro che trattenere il respiro insieme a loro; cosa che raggiunge il suo apice con la terribile sequenza delle due sorelle, per concludersi poi con un finale davvero terribile che ti lascia in silenzio fino all' ultimo titolo di coda.
Grande merito della riuscita di questa storia va anche agli attori (come avevamo accennato poco sopra) ed ai personaggi che interpretano: siamo si di fornte al "solito" gruppo di ragazzi che finisce nei guai, ma stavolta non sono affatto "il solito" clichè; idem per i "cattivi" che a quaesto giro sono davvero epici e crudeli all' inverosimile!
In conclusione quindi un film davvero bello, che a tratti ci ha ricordato l' altro recente ottimo Made in Italy ovvero "Shadow" di Federico Zampaglione.. che sia l' inizio di una svolta per il cinema italiano?
Con queste premesse noi speriamo proprio di si!!

PS: segnaliamo negli extra del dvd da vedere assolutamente la "danza terrificante" dello Zio, un vero must XDDDDD

CONSIGLIATO: Assolutamente si!




Paranormal Activity IV



















REGIA: Henry Joost e Ariel Schulman;
ANNO/LUOGO: 2012/ U.S.A;
GENERE: documentario, paranormale (?);
ATTORI PRINCIPALI: Kathryn Newton, Aiden Lovekamp, 
Matt Shively, Brady Allen.

"Succedono cose strane da quando sono arrivati i nuovi vicini..."

voto: * (?)

La famiglia Nelson vive una vita serena in un tranquillo quartiere amercano, fino a che un giorno, dopo un inspiegato incidente della loro vicina di casa, il figlio Rob di 6 anni va a vivere da loro per alcuni giorni..
Ci vuole poco perchè inizino ad accadere strane cose che coinvolgono il bambino il quale cerca in tutti i modi di coinvolgere nei suoi loschi affari il figlio piccolo dei Nelson...

"...Il film si conclude (?) come già accennato con un roboante finale in cui succede di tutto di più, cosa che sicuramente porterà ad un sequel di ricongiungimento fra questo ed il secondo capitolo, che speriamo spieghi finalmente fino in fondo la storia che lega questa famiglia al misterioso demone vendicativo.... " [dalla recensione di Paranormal Activity 3]

e invece nooooooooo!!!! Nessuna spiegazione per noi poveri imbecilli che abbiamo speso anche soldi per andare a vedere quest'ennesima cagata senza senso!
Anzi, se è possibile, in questo 4° capitolo si crea ancor più confusione nella trama con l' aggiunta di elementi e personaggi dal nulla che ci portano così in un continuo temporale del secondo film, dimendicandosi completamente del punto in cui ci aveva lasciato il terzo e quindi non dandoci alcuna spiegazione sulla connessione tra le 2 sorelle e la nonna satanica con questo demone vendicativo... (???)
Molte sono le domande insolute (e incazzate) che sorgono spontane:
-prima di tutto perchè Katie ha dato Hunter in adozione??
-Chi è il nuovo bimbo autistico che le và appresso???
-Chi diavolo sono le vecchie indemoniate a fine film??? (non parrebbero le streghe del precedente film, ma veri e propri demoni/fantasmi boh) da dove sono arrivate???
-e poi, perchè almeno a quanto ci viene mostrato, non è Hunter ad uccidere la ragazzina sacrificandola per il rito ma sono invece le vecchie demoniache??? secondo il rito che ci viene "spiegato" doveva essere il bimbo ad uccidere la vergine chiudendo così il cerchio "diventando completo" (cosa???) dovrebbe diventare cosa?? L'anticristo??? un imbecille patentato??? non ci è dato sapere... probabilmente MAI... -________-"
-e il demone, che prima era un unione tra un "uomo" e un caprone dotato di zoccoletti che lasciavano il segno qua e là.., adesso si è trasformato in un grigio/reticolato/ufo/ che rantola alle spalle dei due bimbi???? O_O !!!!! ORRIBILANTE!!!
Sicuramente, ammesso che ci sia qualche altro idiota come noi che spenderà dei soldi per andare a vederlo (eravamo in 10 in una sala grande come uno stadio.. è già tutto dire -___-"), ne faranno un quinto che a questo punto non osiamo nemmeno immaginare di cosa parlerà, anche perchè rimanendo impavide (come sempre) fino alla fine dei titoli di coda.. abbiamo avuto lo straaaordianario piacere di vedere una breve clip (di un sequel? prequel? errore di montaggio?? le vacanze DEI registi??) in cui si vede un tipo entrare in una santeria mechicana con una commessa incartapecorita che lo maledice in spagnolo facendolo arretrare pericolosamente tipo granchio verso l'uscita! (?????????)
guardare per credere:


Boh.. chissà..
Tecnicamente si va peggiorando, sempre meno o praticamente quasi del tutto assenti gli elementi di paura e i salti sulla sedia. Non succede NULLA fino ai soliti 30 secondi finali in cui la gente inizia a volare e spuntano le vecchie del male di cui vi abbiamo già detto..
Una merda totale ed inutile da evitare anche se avete visto i precedenti film tanto non aggiunge assolutamente NIENTE alla trama...
Sono ben 5 i registi (ricordiamo che questo lo hanno diretto in 2 O_O) che hanno messo mano a questa inutile saga ed è per questo che è ancor più incredibile pensare che non siano ancora riusciti a trovare idee interessanti o almeno un minimo diverse o nuove e che anzi stiano andando catastroficamente peggiorando.. si vede hanno soldi e tempo da buttare... mah...

CONSIGLIATO: Assolutamente no!!!


e per i pochi masochisti che non ne hanno abbastanza (o per chi non c'ha ancora capito una mazza)a voi un piccolo video riassuntivo della saga in ordine temporale..

The Twhilight Saga: Breaking Dawn part II - 200esima Recensione!!!!

IL LABIRINTO FESTEGGIA!!!
Eh si, con la pubblicazione di questa recensione possiamo dirvi che con orgoglio siamo giunte alla 200esima!!!!!
Due righe in merito sono doverose (saremo brevi promesso :P)

WOOOOOOOW!!!!
E' un vero e proprio traguardo per noi poter festeggiare la pubblicazione di 200 recensioni!!!
Noi, guardiane di questo folle luogo che, con dedizione, (forse poca regolarità ma solo a causa di impegni/lavoro e distanza reciproca) tra una stroncatura, una risata, mille emoticon, tanta pazienza e coraggio ma soprattutto passione per il cinema Horror, brindiamo con gioia a questo evento!

Un ENORME GRAZIE a tutti voi che ci seguite assiduamente; alcuni dalle primissime recensioni.. a voi un grazie ancora più grande perchè è anche merito vostro se abbiamo continuato a scrivere su queste pagine divertendoci come non mai! GRAZIE GRAZIE GRAZIE!

..e ora vi lasciamo alla tanto attesa recensione del film dell' anno XD!!!

***


















REGIA: Bill Condon;
ANNO/LUOGO: 2012, USA;
GENERE: romantico/adolescenziale/vampiri;
ATTORI PRINCIPALI: Michael Sheen, Kristen Stewart, Robert Pattinson, Taylor Lautner, Mackenzie Foy.

"Il mio tempo da umana era finito,
ma non mi sono mai sentita più viva.."

voto: * *
voto comicità: *************** ecc

Bella finalmente è diventata vampira e può iniziare la sua eternità al fianco del suo amato Edward e di sua figlia Renesmee. Purtroppo però la minaccia dei Volturi pende su di loro poichè questi, convinti che la piccola sia una bambina immortale (ovvero un bambino vampirizzato, pratica vietata da moltissimi secoli) partono dall'Italia per raggiungere Forks e giustiziare tutta la famiglia Cullen!

Siamo così giunti all'ultimo capitolo di questa epica saga, purtroppo! vogliamo quasi aggiungere, poichè ci eravamo oramai affezionate divertendoci come non mai!
Apici di tale comicità involontaria (?) diffilmente verranno raggiunti in fututo e diciamolo quindi un pò ci mancherà... ç_ç ma bando ai sentimentalismi e diamo fuoco alle polveri:
Questo ultimo atto si rivela davvero essere un degno finale, in primis per le esilaranti gag che si susseguono senza freno dall'inizio alla fine (tra poche righe un succulento immancabile elenco) poi
per la trovata incredibilmente geniale (sul finale) che risolleva persino la storia originale del libro in cui non succedeva una mazza!
Per il resto la trama e persino i dialoghi rimangono molto fedeli al libro seppur con qualche scena in meno soprattutto nella prima parte (ci riferiamo alle primissime scene in cui si vede Bella già vampirizzata e bella tranquilla come se niente fosse mentre nello scorso film, e nel libro, ci eravamo lasciati con la disperazione generale dei Cullen convinti non essere riusciti a salvarla!) vabè..
Tecnicamente stessa zuppa, soliti effetti e soliti parrucconi fantocci che toccano l'apice massimo con la piccola Renesmee nei primi giorni di vita: un ibrido computerizzato (MALISSIMO) che non ha nè fattezze nè movimenti reali mostrandoci una bambina totalmente finta, brutta da fare schifo e ridicola!
Niente a che vedere con i titoli di testa che invece stavolta funzionano, giocando su un ottima fotografia sui colori bianco/nero/rosso a simboleggiare la conclusione della trasformazione di Bella descritta nel libro. Meglio di niente!
La colonna sonora anche stavolta si avvale spesso, come già successo nel precedente capitolo, delle solite melodie campionate dal primo Twilight -___-"  vialone dei ricordi? no, fatica di pagare qualcun'altro -___-"
Ma il vero Eroe a questo giro (e così per sempre nei nostri cuori) è ARO!!!! che finalmente è co-protagonista del trittico di perversi adolescenti regalandoci a dir poco sogni da brivido!!! primo tra questi la risata isterica alla visione della piccola figlia del peccato Nessie:


Inutile dire che continuiamo e continueremo all'infinito a sganasciarci dalle risate!!! EPICO!
Ma non solo... dalla metà del film in poi è lui a farla da padrone e tutto prende un'altra piega rasentando le comiche di Benny Hill!
*ATTENZIONE SPOILER* (?)
E qui il pretesto per partire con il nostro elenco di scene salienti:
-la prima caccia di Bella (già truccata e ben vestita -___-") dove si lancia in un inseguimeto folle e rampino tipo "bambina posseduta" con effetto velocizzato, inseguita a ruota dal suo amore che saltella tipo tippete orgoglioso come non mai! O_O osceno!
-la scena di sesso, finalmente alla pari (?), dove Bella raggiunge l'orgasmo in un esplosione di stelline dorate (che tristezza!) per poi intimare al suo Edward di continuare all'infinito dimenticandosi di sua figlia impunemente così come del resto del mondo..
-scena dopo: non ha più voglia! -____________-" ma se è 4 film che non faceva altro che tentare di farselo!!! -____-" donne....
-tutte le apparizioni e i respiri di Aro tra cui questa faccia:


e non dimentichiamoci del suo volo alla Ranma a inizio battaglia! esilarante a dir poco!
-Carlise che sembra una pagnotta umana! sempre peggio!
-il lupo Lia che cadendo nella voragine emette un suono caprino tipo trobe dell'Inferno.. forse stava cercano di comunicare un AAADDDIOOOO ESMOEOEOHFDFEIUOYHVIYFD?? micidiale!!!!
-La piccola Renesmee che ci da il vomito ogni volta che appare fino alla trasformazione ultima negli ultimi 10 minuti in cui finalmente appare come una bambina vera mioddio meno male che schifo!
-e i due vampiri rumeni??????????? SCIMMIE RIVESTITE!!! ma dove li hanno trovati???
*Fine Spoiler*
Un finale da grasse risate insomma!
Segnaliamo infine anche la presenza di due attrici di LOST Shannon (Clan Denali) e Nadia (clan Egizio) (mancava solo Sayid per completare un altro trittico amoroso, peccato!) :D
In conclusione, e stavolta per sempre (o almeno si spera visto che si vocifera già di un possibile continuo con Renesmee e Gmork come protagonisti! O_O), suggelliamo con un plauso questa epica saga che ci ha fatto sognare, ridere, anzi sganasciare follemente, e che per 4 anni ha accompagnato le nostre esistenze! ç_ç
ci mancheraaaaaaa!!!!! :DDDD

CONSIGLIATO: Assolutamente SI (per chi ha seguito la saga) ovviamente No come valutazione seria!






***

Aver seguito questi 4 anni di cagate no stop è stato abbastanza coraggioso secondo voi :DDD???? ..per noi si! Ma ne è valsa la pena!
Ma tornando alla festa.. per l'occasione ci siamo persino dilettate ai fornelli realizzando una torta a tema! XD vi assicuriamo che non è stata affatto un' impresa facile (soprattutto finirla, visto che eravamo solo noi due e la torta era per 6......) ma ecco a voi ciò che è stato :) :

Beh se non altro ci siamo divertite a farla! :D




Spettacoli di Mistero 2012 -Veneto

Cari seguaci, vi segnaliamo un festival davvero interessante che si svogerà per tutto il mese di Novembre in Veneto!
Vi mettiamo QUI il link al sito ufficiale dove potete trovare tutto il programma, i luoghi, le date ecc!



Per noi è un pochino fuori mano (anche per mancanza di tempo e finanze purtroppo) ma se qualcuno di voi sta in zona fateci un salto e naturalmente fateci sapere!!!


Buona caccia al Mistero...

Red Lights

















REGIA: Rodrigo Cortes;
ANNO/LUOGO: 2012, USA/Spagna;
GENERE: thriller paranormale;
ATTORI PRINCIPALI: Robert De Niro <3, Sigourney Weaver, Cillian Murphy.

"Ci sono due tipi di persone con un dono speciale: quelli che credono sul serio di avere un potere, e gli altri che credono che non riusciremo a smascherarli... sbagliano entrambi."

"Mi stai sfidando???
METTI IN DUBBIO I MIEI POTERI????????"

voto: * * * *
voto De Niro: ****************!!!!!!

Margareth Matheson e il suo assistente Tom Buckley studiano i fenomeni paranormali con l' obbiettivo di smascherare gli impostori. 
Arriva in città Simon Silver, un carismatico personaggio dagli straordinari poteri paranormali che attira subito l' attenzione di Tom, il quale vorrebbe assolutamente indagare su di lui nonostante Margareth (inspiegabilmente spaventata da questa figura) cerchi a tutti i costi di farlo desistere.. Ovviamente Tom non le da ascolto e si troverà davanti a qualcosa di più grande di lui..

Inutile dire che un De Niro nei panni di un cieco volante alle prese col paranormale non poteva tenerci lontane per molto dalla visione di questa pellicola!!!!! E BENE FU!!!
Era dai tempi di Nascosto nel Buio che il buon vecchio De Niro non interpretava un ruolo in un film sul generis, e ancora una volta non ci delude regalandoci un ottimo personaggio che nonostante non sia presente per tutta la durata del film riesce a lasciare il segno!
Ma a parte De Niro cè altro: un' ottima regia ed un' ottima sceneggiatura fanno da base a questa pellicola coinvolgendo lo spettatore ed inquetandolo nei momenti giusti, fino alla fine quando viene colpito da un finale inaspettato che funziona piacevolmente.
*ATTENZIONE SPOILER*
A questo proposito giusto un piccolo neo: negli ultimi due minuti che chiudono il film ci si avvale di espedienti "tristi" già plurisfruttati (voce fuori campo del protagonista che tira le fila della sua vita mentre cammina insanguinato per le vie del centro sotto una pioggia battente, guardando al cielo, il tutto condito da una musica stranziante alla Pearl Harbor..) mirati soltanto a far "straziare" lo spettatore. Cosa che poteva benissimo essere evitata, proprio perchè il finale funzionava già di per se e non aveva nessun bisogno di essere così calcato.
Il regista, poi, lancia un messaggio che ci risulta un po' forzato: cè vita dopo la morte.
Il protagonista nel suo soliloquio finale rivolgendosi a Margareth afferma che adesso ha la consapevolezza che cè un aldilà, ma in base a cosa? Per tutto il film si parla di poteri paranormali quali ad esempio telecinesi, telepatia, ecc, e soltanto in un accenno veloce si sfiora l' argomento "medium", cosa che però non basta a darci conferma che ci sia effettivamente un aldilà anche perchè proprio il protagonista non ci mostra nessun tipo di capacità in questo campo. 
Che ci sia dato sapere con ci sono correlazioni fra poteri quali "telecinesi" e simili col "parlare con i morti".. secondo noi è un messaggio al quale in regista teneva molto e che ha voluto inserire a tutti i costi nonostante il film avesse preso una piega diversa.
*FINE SPOILER*
In generale comunque attori, fotografia, effetti speciali e colonna sonora sono tutti elementi che funzionano engragiamente e vanno a incrementare la riuscita di questo Red Lights.
Un bel salto in avanti quindi per Rodrigo Cortes, già regista nel 2010 di Buried, pellicola mediocre che poco ci aveva convinto.. dove purtroppo il "melenso" la faceva da padrone infarcendo la trama di esagerati sentimentalismi; qui lo stesso errore avviene sul finale però in maniera fortunatamente più blanda e sostenibile, meno male! ..speriamo Cortes resti su questa strada!

CONSIGLIATO: si!





The Possession




















REGIA: Ole Bornedal;
ANNO/LUOGO: 2012/U.S.A;
GENERE: horror drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Jeffrey Dean Morgan, Kyra Sedgwick, 
Natasha Calis.

"Papà mi hai spaventato..."

voto: * * *

Emily è una bambina che vive serenamente con la madre e la sorella dopo il divorzio dei suoi genitori. Durante un weekand a casa del padre entra in possesso di una scatola di legno che la affascina moltissimo fino ad ossessionarla. Emily non sembra più lei e inizia ad avere comportamenti assurdi e violenti... il padre giunge alla conclusione che possa essere posseduta... riuscirà a salvarla?

The Possession è un film che con nostro dispiacere parte e si sviluppa abbastanza bene concludendosi però in maniera decisamente mediocre..
Ma entrando nello specifico: la storia non è niente di innovativo e si regge su un mix di film del genere e Jumanji (la scatola che faceva bum bum bum qui parlottola aramaico o simili a basso volume) riuscendo però a coinvolgere lo spettatore evitando grandi effettoni e inutili salti sulla sedia per lasciare maggiore spazio alla drammatica situazione. Troiviamo infatti alcune scene davvero ben realizzate sia nei tempi sia nell'atmosfera inquietante come la scena al frigorifero a casa della madre di Emily.
Anche gli effetti speciali aiutano la buona resa della prima parte del film senza eccedere e senza mostrarci troppo ad esempio ricordiamo la scena in cui Emily nel garage si volta e si vede il demone che si muove sotto pelle, davvero ben fatto! Una colonna sonora basica fa da giusto sfondo alle vicende annullandosi sapientemente nei momenti clou.
*ATTENZIONE SPOILER*
Nota dolente è purtroppo la conclusione: il film muore letteralmente stroncato da un esorcismo roboante in un ospedale/obitorio/palestra (??) stranamente deserto -___-" boh.. dove si scatena l'inferno e tutto quello che hanno costruito fino a qui viene scardianto e seppellito da effetti improvvisamente tirati via, pessimi, a basso costo (vedi solite bocche allungate, occhi bianchi, dentini da squalo, gente che vola ad effetto velocizzato e infine ma non certo per schifezza, il demone O_O che è un incrocio tra Gollum e una sirena delle Fiji, bidimensionale, di strana colorazione e strana conformazione fisica ABOMINEVOLE!) Scadente anche la scelta di far possedere il padre della bambina visto poi che pochi minuti prima c'era stato detto che il demone possiede soltanto anime pure quindi di bimbi -______-" 
*FINE SPOILER*
Peccato perchè è un film che nel complesso funzionava e scorreva bene..

CONSIGLIATO: ni


PS. segnaliamo senza posa di leggere le info sulla "storia vera" dalla quale prende spunto questo film: QUI trovate tutto in dettaglio in lingua nostrana, mentre QUESTO è addirirttura il sito web che l' ultimo proprietario della scatola originale (un curatore di un museo dall' occhio lungo, visto che su questo oggetto e le sue vicissitudini ci ha prontamente scritto un libro e guadagnato tanti bei soldoni.. alla faccia di chi dopo esserne entrato in possesso ha avuto lutti in famiglia, incidenti catastrofici e chi più ne ha più ne metta u___u) roba da non credere XD!!!

Orride delizie alla tavola del Diavolo.. Wurstel-Mummia!

Benvenuti a tavola care vittime.. da oggi inauguriamo questa nuova rubrica "Orride delizie alla tavola del Diavolo"! Daltronde anche se siamo amanti dell' orrido e del truculento, restiamo pur sempre due donne di casa.. Quindi siete tutti invitati a provare e gustare le macabre ricette che proporremo! Noi siamo pronte e tra coltelli affilati, fiamme ardenti, forchettoni e utensili del mestiere proveremo a cucinare per voi... l'impensabile! :D

Allora partiamo alla grande con un antipastino davvero godurioso...

Ingredienti per 6 Wurstel-Mummia:
- 6 Wurstel
(noi abbiamo usato dei wurstel grandi, ma potete anche usare quelli più piccoli, in questo caso potrete raddoppiarli a 12 mantenendo la stessa quantità di sfoglia);
- 2 rotoli di pasta sfoglia;
- 12 grani di pepe nero.


Preparazione:
- Preriscaldate il forno a 180°;
- Stendete le sfoglie su di un tagliere e tagliatele a striscioline di più o meno un centimetro di altezza;
- Avvolgete i wurstel con le striscioline di sfoglia in modo non troppo regaolare, in modo da ricreare la tipica bendatura di una mummia, lasciando però uno spazio vuoto ad un' estremità;
- Nell' estremità lasciata vuota fate due piccoli forellini con la punta di un coltello ed andateci ad inserire i grani di pepe.. ecco gli occhi!

[se volete dare un tocco "realistico" in più alla vostra ricetta potrete inserire dei piccoli medaglioni propiziatori fra le bende: piccoli pezzetti di mozzarella, salame, sottaceti, o qualsiasi altra cosa vi piaccia ;D!!]

- Stendete della carta da forno su di una placca e posizionatevi le vostre Wurstel-Mummia non troppo vicine fra loro (ricordatevi che la sfoglia tende a gonfiare un po' quando si cuoce), quindi ponetele in forno; non appena la sfoglia sarà bella gonfia e dorata (15/20 minuti) allora saranno pronti!!!


..E Buon Appetito, 
se sopravviverete..

Psychosis
























REGIA: Reg Traviss;
ANNO/LUOGO: 2010, USA;
GENERE: horror?, thriller, psicosi;
ATTORI PRINCIPALI: Charisma Carpenter, Paul Sculfor, 
Ricci Harnett;


 "Sentirsi in colpa fa parte del gioco, 
ci ricorda l'importanza della sopravvivenza"

voto: *

David e Susan si sono appena trasferiti in una villa immersa nelle campagne inglesi. I due sembrano felici fino a che Susan non inizia a sentire inquietanti rumori e vedere strani personaggi aggirarsi per la villa e nel giardino.. riuscirà a salvare la sua famiglia e se stessa?...

Un film totalmente inutile, già visto e noioso. Possiamo solo ricordarvi la dubbia presenza di Justin Hawkins alias il cantante dei The Darkness (perchè, recitava?)

Eccolo mentre tinteggia una finestra in una scena del film.. dopo lo scioglimento dei The Darkness non gli resta che questo :D

e una Charisma Carpenter approdata a questa pellicola direttamente dal cast di Buffy dove ricopriva i pessimi panni dell'insopportabile Cordelia... cane era e cane è rimasta -__-" poveri noi.. Trama, infine, inconsistente e dall'epilogo vago che sbatte direttamente questo film negli abomini da evitare -___-" che noia..

CONSIGLIATO: assolutamente no.




Dylan Dog


















REGIA: Kevin Munroe;
ANNO/LUOGO: 2010, USA;
GENERE: puttanata da botteghino;
ATTORI PRINCIPALI: Brandon Routh, Sam Huntington, Anita Briem.

"I mostri che trovi nei libri sono reali,
e sono fra noi.."

voto: *


Dylan Dog, storico "Indagatore dell' Incubo", ha abbandonato la professione e si è dedicato a quella più tranquilla e sicuramente più remunerativa di detective privato che spia coniugi infedeli.
Ma quando a contattarlo sarà la bella Elizabeth Ryan, convinta che un mostro abbia ucciso suo padre, non potrà non riprendere ad indagare nell' Incubo..


Estate del 1998, pausa fra la IV° e la V° elementare: tutti i miei amici già in vacanza e io in casa ad annoiarmi.. è così che mi capita sotto mano una piccola scatolina: la apro, e dentro ci sono i primi numeri a colori di 6 fumetti in edizione poket (talmente piccini che stanno in una mano!); subito mia madre mi urla: "Non toccare!! sono delicati"
Ma il richiamo è troppo forte: li leggo.
Zagor, Tex, Martin Mystere.. li comincio, ma non mi dicono nulla, e li abbandono.
Poi eccolo: "L' Alba dei Morti Viventi - Dylan Dog"..
La folgorazione, E' AMORE.
E' così che è nata la mia passione verso questo fumetto meraviglioso, che ci ha negli anni regalato storie MERAVIGLIOSE e albi di una bellezza UNICA; una passione quasi maniacale che mi porta ancora oggi, a distanza di 14 anni, a infilarmi, in qualsiasi posto io sia, nei negozi di fumetti e nelle vecchie bancherelle di libri usati alla ricerca di qualche albo originale che manca alla mia collezione (modestamente ormai davvero pochissimi). Ormai non è più sono un amore d' infanzia, ma uno stile di vita.

Perchè vi ho raccontato tutto questo?
Perchè sia chiaro QUANTO VERAMENTE SCHIFO MI ABBIA FATTO QUESTO FILMACCIO ORRIBILE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Cosa più brutta non si era mai vista! neanche la Nu Image avrebbe potuto vomitare un' abominio di tale livello di oscenità, e tutti noi sappiamo bene quanto la Nu Image ne sappia di queste cose.
Il personaggio originale di Dylan e tutta la natura del fumetto sono stati COMPLETAMENTE snaturati e ridicolizzati, sacrificati sull' altare dei soldi facili al botteghino per la realizzazione di una pellicola di bassa lega totalmente americanizzata.
Per chi non lo sapesse il personaggio di Dylan è stato originariamente creato sulle fattezze dell' attore inglese Rupert Everett.. considerando perciò che le direttive per la sua riproduzzione in carne ed ossa sono così specifiche non ci si può non domandare come sia possibile che abbiano preso questo anonimo ragazzone dell' Iowa che NIENTE ha a che spartire con le caratteristiche dell' originale!!!! per altro pure un cane di attore.... e con un culo GIGANTESCO!
Daltronde è pur vero che neanche la sua caratterizzazione psicologica (più o meno pari a quella di un' ameba in coma) ha niente a che vedere con l' originale...... Infatti stò imperterritamente continuando a domandarmi per quale cavolo di motivo assurdo abbiano deciso di prendere il nome di questo fumetto per poi crearne qualcosa di TOTALMENTE DIVERSO, qualdo per altro già l' originale avrebbe potuto regalare un' ottima trasposizione cinematografica senza bisono di essere snaturato.
Una vera occasione mancata.
Non parliamo poi degli aspetti tecnici quali: riprese e scenografie posticce con faretti randomizzati e palesemente compiuterizzati; ambientazioni chiaramente fittizzie, tanto che a volte sembra di stare in un gioco per pc del 1910; trucchi INFAMI e veramente farlocconi, specie la trasformazione dei lupi mannari che richiamano alla memoria i vampiri di Buffy, solo che lì eravamo in una serie del 1997, e comunque erano fatti un miliardo di volte meglio;
il mostro è quello in primo piano.. almeno credo!








una colonna sonora da paura, nel senso che vorresti strapparti gli orecchi a morsi per quanto è accozzata a caso; ed infine, ma non per importanza, attori uno più cane dell' altro.
CHE SCHIFO.
Gli apici più estremi dell' abominio (quando si dice grattare sul fondo del barile) sono toccati dal mostro-zombie gigante fatto in gommapiuma e dal demonio finale caratterizzato da degli zoccoli caprini di dimensioni epiche;
no vi prego qualcuno mi dica che è tutto uno scherzo *_*
non riesco più nemmeno a trovare parole offensive per descriverli, vi basti sapere che quando sono apparsi io sono (giuro) rimasta tutto il tempo immobile sul divano a ripetere "Non può essere vero, Non può essere vero, Non può essere vero!" stile autismo più estremo.
Un film veramente orribile, sotto qualsiasi punto di vista; da evitare come la peste bubbonica per gli appassionati del fumetto originale; ma ance da chi non lo conoscesse, visto che rimane comunque una pellicola veramente scarsa, di una mediocrità quasi disarmante.
by *Asgaroth

CONSIGLIATO: assolutamente no!


"Non serve un piano, solo pistole più grandi"
...coooooooooooooooosaaaaaaaaaaaa O________O???????????????? ma chi c***o ha scritto i dialoghi di questa merda colossale è______________é??????????????????????????????

Faust - Love of the Damned




















REGIA: Brian Yuzna;
ANNO/LUOGO: 2000, Spagna;
GENERE: fantasy horror;
ATTORI PRINCIPALI: Mark Frost, Isabel Brook, Andrew Divoff.
PREMI VINTI: Audience Award, Best Film, Best Special Effects - Fantafestival 2001; Best Visual Effects - Sitges - Catalonian International Film Festival 2000.



"Le tenebre ci possiedono quando smettiamo di credere.."

voto: * *

voto per la comicità: ***********

John Jaspers è un giovane pittore al quale viene rovinata la vita con l' omicidio della compagna.. Sull' orlo del suicidio viene abbordato da M, un losco figuro che in cambio della sua anima gli darà gli artigli di Wolverine per vendicarsi... John accetta, ignaro che il prezzo che dovrà pagare sarà altissimo..

Era il lontano 2008 quando casualmente incappammo in un epico BOO - Morire di Paura, e da allora la nostra ricerca di una nuova perla di cazzate non si è mai fermata.. e FINALMENTE l' abbiamo trovata!!!!!!!!
L'epicità si apre con dei titoli di testa mirabolanti conditi da una colonna sonora (che ci farà compagnia fino alla fine) MEEEEEERAVIGLIOSA XDDDDDDDDDDDD caratterizzata da canzoni grinde-metal, epic-metal, gothic-metal, ballatone-metal e qualche goccia di gospel in quà e là.. X°°°DDD
Segue un fantasioso mix di gag volontarie e non, mascheroni e stereotipi di ogni genere che arriva al suo apice con la trasformazione del nostro eroe John in FAUST, che dopo aver fatto una capatina all' inferno alias Armata delle Tenebre, si mostra a noi con un travestimento degno dell' Oscar (non a caso i premi vinti in questo ambito...) che è la fusione di Wolverine, Batman, i vampiri di Buffy e la gagliardezza e le espressioni di The Mask..
FAUST - UN SOGNO SENZA FINE!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ma in generale TUTTO il film regala mirabolanti avventure e scene davvero esilaranti/orribilanti, fra cui l' ineguagliabile sguasciamento della ninfomane compagna di M.. scena che mai potrà essere cancellata dalle nostre menti (e non siamo sicure sia un bene °_°)

ancora non ci possiamo credere °_______°
Per non paralare poi dell' identità del plurimensionato M che è.......... il buon vecchio Mikhail di LOST, qui al suo massimo splendore XDDDDDD e che infatti ci fa da faro umano in questa leggenda senza freni toccando il sublime con tutta la sequenza finale dove, catapultati in un festino satanico, le regole della logica vengono completamente scardinate in un' orgia fra mostroni viareggini, Power Ranger, dardi infuocati, serpenti ombellicali e un Mikhail volante O_________________O SOGNO SOGNO SOGNO!!!!!

solo a noi ricorda Britney Spears XD?????!!!!
Seriamente parlando (anche se ci è MOLTO difficile) è una cagata pazzesca, ovviamente XD!!!! come già detto i clichè si sprecano, gli effetti sono veramente fantoccioni, la trama è un mix di vari generi cinematografici fra cui anche la soap-opera e lo pseudo-hard =_=
Non cè molto altro da aggiungere, resta però una pellicola epica da vedere in compagnia di amici per buttarsi via dalle risate XDDDD divertimento assicurato X°°°°DDDD

CONSIGLIATO: no.

CONSIGLIATO PER LA COMICITA': Assolutamente si!!!!!!

TRAILER IMPERDIBILE, CHE CONVINCERà ANCHE I PIù SCETTICI XDDDDD!!!!!
non si può dire di aver vissuto senza aver visto questo film X°°°°°°°°°°DDDDDDDD








11:11 - la Paura ha un nuovo numero





















REGIA: Michael Bafaro;
ANNO/LUOGO: 2004, Canada;
GENERE: horror, paranormale, indefinibile?
ATTORI PRINCIPALI: Laura Mennell, Paul Dzenkiw, Christie Will, Kristina Copeland.

"Nessuno può fuggire il suo Destino.."

voto: * ?

La tranquilla vita della piccola Sara viene improvvisamente sconvolta quando due malviventi fanno irruzione in casa sua e dopo aver ucciso a sangue freddo i suoi genitori, vengono a loro volta uccisi da una forza misteriosa.. il tutto sotto i suoi occhi.
Anni dopo Sara è ormai una giovane donna, ma il suo passato continua a tormentarla; da quando poi smetterà di prendere gli psicofarmaci si renderà conto di essere al centro di una serie di inquietanti coincidenze e sanguinosi eventi.. Il destino sembra essere già scritto per Sara, e non sarà piacevole..

Mah.. non sappiamo veramente cosa dire a riguardo.
L'unica cosa che si salva di questa pellicola è l'espediente di farci vedere le anime delle vittime che non sanno di esserlo e sembrano essere sopravvissute, ma rimane un espediente fine a se stesso che non trova in nessun caso un riscontro con lo svogersi degli eventi, quindi totalmente inutile e sprecato.
Detto ciò, non c'è NIENTE che sia salvabile in questo film. Una trama labile che non riesce mai a decollare e nemmeno ad atterrare. Vari clichè (specialmente la storia del numero 11:11 che per altro fa praticamente da sfondo.. e com'è possibile visto che s'intitola proprio così non si sà -_______-") si susseguono accompagnati dalle espressioni indegne degli attori che sembrano giunti a noi da una fiction da rivista (vedi soprattutto le varie espressioni pre morte!) fino ad arrivare ad un finale (che noi ammettiamo di aver visto velocizzandolo vista la sua infinita lentezza!) che nuovamente non spiega una mazza!
*Attenzione SPOILER*
- perchè il fantasma perseguita la povera protagonista e se la porta via con se??? bohhhh!!!!
- e la storia profezia dei cancelli del male con annessa fine del mondo nel 2011 che poi sparisce nel dimenticatoio???
- e la tipa dal parrucchino rosso chi è??? un demone? una phantom??? non è dato sapere..
- e la faccenda del destino che non perdona???
domande alle quali il regista ha deciso di non rispondere e di darsela a gambe! -______-"
che merda! complimentoni!

CONSIGLIATO: Assolutamente no!


*non esiste nemmeno il trailer ed è tutto dire...* 



I bambini di Cold Rock


















REGIA: Pascal Laugier;
ANNO/LUOGO: 2012, USA/Canada;
GENERE: thriller, drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Jessica Biel, Stephen McHattie, William B. Davis, Jodelle Ferland.

"Era tutto finito e i bambini ne hanno pagato il prezzo più alto.."

voto: *

A Cold Rock, un paesino americano sperduto fra i monti, l' economia è crollata a picco dopo la chiusura della miniera, creando così povertà dilagante e disagio sociale.. Ma la particolarità di Cold Rock è un' altra: i bambini più piccoli continuano a sparire improvvisamente nel nulla e nessuno, nemmeno l' FBI, sembra sapere chi o che cosa li porti via.
La gente del luogo identifica questa forza misteriosa con un fantomatico e non meglio identificato "Uomo Alto", ma Julia, una giovane infermiera rimasta vedova, non sembra voler credere a queste storie.. fin quando anche il suo bambino viene portato via da un' ombra misteriosa...

BBBBBBBBBBBBELLA MMMMMMMMMMMMMERDA!!!!!
..Il regista di Saint Ange e di Martyrs torna dopo i suoi, a quanto pare, canonici 4 anni di nulla con questa pellicola che purtroppo però si rivela un vero e proprio thrillerino basico da terza serata su Italia 1 -________-
Sebbene l' idea finale non sia così stereotipata nel complesso al pellicola non funziona, colpa anche delle tempistiche narrative totalmente sbagliate e logoranti che lo rendono un film di una noia mortale..
Il finale, poi, della durata di diecimiiiiiiiila ore tenta la strada moralistica, ma questa rimane fumosa e in pratica appena accennata; della serie: "ad interpretazione personale" -_-
Tecnicamente niente di che: solite riprese dall' alto dei boschi nebbiosi per riempire i momenti di vuoto, e niente altro. Bruttissima la figura de "l' Uomo Alto" che pare un robot, veramente ridicolo *__*
Sugli attori non cè molto da dire, anche perchè in pratica è un assolo della Biel, che anche se migliorata rispetto alle sue vecchie interpetazioni resta decisamente negli standard. L' unico che vogliamo ricordare nei nostri cuori è un vecchissimo e rimbambitissimo Uomo che Fuma XDDD
Nel complesso quindi una pellicola pessima, tranquillamente evitabilissima..

CONSIGLIATO: Assolutamente NO!


The Park 3D




















REGIA: Andrew Lau;
ANNO/LUOGO: 2003, Hong Kong;
GENERE: horror;
ATTORI PRINCIPALI: Bobo Chan, Kara Hui, Tiffany Lee.

"Fai il bravo, sei un ragazzo forte..."

voto: *

In un Luna Park sorto sopra un vecchio cimitero una bambina muore inspiegabilmente cadendo da una ruota panoramica. 14 anni dopo un ragazzo, che era presente sulla scena insieme a sua sorella torna sul luogo, oramai abbandonato, per indagare sulla faccenda ma sparisce nel nulla.
La sorella così, insieme ad alcuni amici va a cercarlo ignara che il luogo sia dimora di strane presenze oscure...

La prima domanda è: ma dov'è il 3D??????? Le uniche scene di presunta terza dimensione sono pessime e soprattutto non sono in 3D! -__-" Si parte bene...
Questa pellicola è un fallimento su tutti i fronti, i personaggi urlano e basta dall'inizio alla fine e si comportano in modi assurdi; la trama è inconsistente o addirittura assente: non ci viene spiegato nulla di nulla, non si capisce da dove si parte nè dove si arriva e a nessuno sembra importare... e in effetti dopo poco, nemmeno a noi -__-"
La lentezza inesorabile del film aggiunge ulteriore noia mortale con voglia di spengere la tv e bruciare il dvd specialmente nel plurifinale... I N F I N I T O! -__________-"
Gli effetti speciali (???) sono agghiaccianti e ridicoli e la colonna sonora stile drama ci fa spofondare in un'apatia profonda dalla quale difficilmente se ne esce.
L'apice dell'abominio viene raggiunto con l'arrivo di un fantoccio che per i personaggi raffigurerebbe Nosferatu (O_O?) mentre ai nostri occhi è un cinese vestito in modo folkloristico che saltella come un coniglietto in posizione zombie XD cosa??????
Che schifo!
Beh avete bisogno di sentire altro? Per noi basta e avanza!
Da dimenticare!

CONSIGLIATO: Assolutamente no!
..ma se proprio non resistete alla tentazione, ecco a voi l'intero film postato da qualche folle su youtube:

Smile - La Morte ha un Obiettivo





















REGIA: Francesco Gasperoni;
ANNO/LUOGO: 2009, Italia/Marocco;
GENERE: horror ?????;
ATTORI PRINCIPALI: Armand Assante, Robert Capelli Jr.,
Harriet MacMasters-Green, Antonio Cupo, Manuela Zanier.

"Che momento importante è se non puoi dimostrare di averlo vissuto..."

voto: * / **

Un gruppo di ragazzi si reca in Marocco per una vacanza ma appena giunti sul posto gli viene rubata la macchina fotografica così decisi ad acquistarne un'altra s'imbattono in un fotografo locale che gli fa misteriosamente dono di una costosa polaroid.
I ragazzi si rimettono in viaggio ignari che quella macchina non è una semplice macchina fotografica...
la sovrastante facciona è stata da noi medesime disegnata durante la visione del film e come incipit è tutto un programma :D!

Prima di tutto segnaliamo la dubbissssssima scelta del cast:  gruppo di giovani studenti universitari (giovani?????? avranno almeno 50 anni a testa!!!) composto da un impavido sosia di Paolo Fox che interpreta il personaggio di Paul, una ormai famosisssima Manuela Zanier (arrivata direttamente dal X-Factor) che interpreta se stessa compresa canzoncina, da lei composta, in stile "My heart will go on" cantata sottovoce nel tiiiipico bosco marocchino (che in realtà è visibilmente una pineta di Viareggio mista alle foreste Casentinesi!), un beduino che sa perfettamente l'inglese doppiato in maniera dubbia da Tonino Accolla (siamo alla frutta Tonino?), uno dei ragazzi, il marocchino, che sembra non conoscere la lingua locale (ma com'è possibile visto che viene chiaramente detto che è originario del marocco??? mah..), e infine, ma non ultimo, il fotografo forense... sul quale.. beh non servono parole per descriverlo.. -___-"
Ma veniamo al resto: questo film, riconosciuto come film d'interesse culturale Nazionale dal Ministero per i beni e le attività culturali ...... O_____O (com'è stato possibile continueremo a domandarcelo a vita) segue in reatà un filo generale con un apparente senso, molte infatti le cose apparentemente illogiche che vengono spiegate e giustificate, ma ciò non basta a salvare il pessimo risultato finale.
La trama di base è la solita: gruppo di ragazzi americani alla ricerca di brividi facili in terre lontane stavolta si reca in Marocco per accamparsi in un bosco indicato dalle mappe come "infestato", dove, senza manco dirlo vengono tutti trucidati in modi assurdi (copresi inconamenti facciali ???) -__________-" che ventata di freschezza!
*ATTENZIONE SPOILER*
L'unico elemento che poteva rendere la pappardella un pò"diversa" era la "famosa" macchina fotografica demoniaca che però poi demoniaca non è -___-" e la faccenda si conclude con un ritorno al classico fantasma/serial killer con sete di sangue illimitata... yuppyyy..
La realizzazione poi è pessima: in primo luogo le ambientazioni, caratterizzate principalmente dai tipici banali effettucoli "horror" quali nebbia, fumo, ghiaccio secco, faretti boschivi che si accendono alla bisogna ad illuminarci i cadaveri, luna a bocca di Stregatto su fondo blu campionata per far da tappabuchi a scene di vuoto cosmico; per non parlare del make up "made in home" da fare invidia alle varie Horror House sparse nella Penisola...
E  infine non possono mancare una sequela di domande alle quali non riceveremo MAI risposta:
-Il comportamento dei personaggi è ridicolo e totalmente casuale con azioni inutili e dialoghi a caso, ma perchè?
-Com'è possibile che il beduino fantasma sapesse della "maledizione della macchina fotografica" visto che è morto proprio vedendo il suo omicida???
-e perchè quindi mette in guardia i ragazzi dicendo che è la macchina ad uccidere quando sà benissimo che non è questa a farlo ma bensì il fantasma del fotografo???
[si potrebbe rispondere a queste 2 domande giustificando il suo comportamento con il fatto che lui non sà di essere morto ma quindi non dovrebbe nemmeno conoscere la storia della macchina, visto che MAI in nessun momento del film ci viene mostrato un contatto tra lui e il fotografo... (che il regista se per caso legge questa recensione ci contatti per delucidazioni)]
-E la linea internet risolvi/enigma, ricordiamo che siamo in mezzo al deserto, che magicamente ci rivela la vera storia del fotografo forense, che decise di affogare la sua sbornia di dolore concentrandosi sul lavoro (citazione tratta ufficialmente dai giornali grazie ai quali i ragazzi scoprono la verità XDDD)??
-e il senso della locandina?? Cosa cavolo c'entra il sorriso tagliato alla Joker sanguinante che mai, e ripetiamo Mai, appare nemmeno vagamente sul set?? BOOOOOOH!
*FINE SPOILER*
Non troviamo parole migliori per concludere se non con un: BASTA! ai film horror italiani fatti male!
Ritiratevi o voi che tentate invano di sfiorare l'uuuuunico inimitabile genio ovvero il buon vecchio Lucio Fulci che vivrà sempre nei nostri cuori con i suoi mirabolanti capolavori.

CONSIGLIATO: no.

Beneath Still Waters




















REGIA: Brian Yuzna;
ANNO/LUOGO: 2005, Spagna/Inghilterra;
GENERE: horror?;
ATTORI PRINCIPALI: Michael McKell, Raquel Meroño, Charlotte Salt, Patrick Gordon.

"Quel che ti rimane è quella vacca di tua figlia... e io l'ingraviderò!"

voto: *

Due bambini vanno a giocare nel loro paese ormai abbandonato a causa dell'imminente costruzione di una diga che lo sommergerà. Curiosando tra le rovine s'imbattono in una setta e involontariamente liberano un demonio... 40anni dopo il demone si trova ancora nelle acque del lago ed è ancora assetato di sangue...


Bellammerda! -_________-"
Il primo quarto d'ora ci illude di aver trovato finalmente pane per la nostra fame di abomini esilaranti stile "Boo morire di paura": scene epiche tracciano un iniziale persorso disseminato di mostri scioltoni arrivati direttamente da un Piccoli Brividi/ Horror House/ Power Rangers ecc XDDDDDDDDDDD


Poi purtroppo tutto perde di senso e la noia prende il sopravvento con un ritmo lentissimo e inesorabilmente non-sense (peccato!)
Gli effetti speciali come potrete immaginare sono indegni a dir poco (per questo esilaranti) tra di essi: il paese sommerso palesemente computerizzato malissimo e totalmente fuori fuoco O__O e sproporzionato rispetto agli attori!!! I fantocci demoniaci che come già detto sono peggio dei carri viareggini XD e le riprese e i dialoghi sconnessi ci riportano alla mente quella cagata di "Small Town" che preferivamo dimenticare!
La recitazione è cagnesca e il demone è orribile, a nostro avviso sembra voler ricordare la figura di Bob di "Twin Peaks" ma sarà stato voluto? dubitiamo..
La trama poi è inesistente e priva di mordente composta prettamente da elementi buttati lì a casaccio giusto per farci vedere scene splatter di dubbia realizzazione (vedi le ripetute apertuire boccali infami proprio come abbiazmo visto nel più recente "Hatchet" mioddio O_O) e il solito demone arrivato da chissà dove che ha sete di vendetta.. mah.. e al solito NULLA ci viene spiegato. -_______-"
E il finale? Un totale, inutile e pessimo epilogo di una storia altrettanto insulsa.
Andate a farvi un giro piuttosto che vederlo!

CONSIGLIATO: Assolutamente no!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails