Train to Busan




















REGIA: Yeon Sang-ho; 
ANNO/LUOGO: 2016/ Corea del Sud;
GENERE: horror, zombie;
ATTORI PRINCIPALI: Gong Yoo, Ma Dong-seok,
Jung Yu-mi.

"Solo chi è a bordo sopravvive!"

voto: * * * *


Seok-woo è un manager affermato, divorziato e padre di una bambina. 
Vive con l'anziana madre e la piccola.
Nel giorno del suo compleanno la bimba chiede di essere accompagnata a Busan dove vive sua madre e così i due partono prendendo il treno  ignari dell'incubo che sta per inghiottirli.... 


Che sono appassionata di film e drama coreani oramai lo sapete perciò non potevo certo farmi sfuggire questo nuovissimo film made in Corea!
Che dire, davvero niente male!
Il budget non è elevatissimo ma nel complesso il tutto fa la sua figura: ci sono scene di azione ben realizzate e mirabolanti zombie dal make up abbastanza credibile (certo, se siete abituati agli zombie di "The Walking Dead" beh non siamo a quei livelli ma non andiamo nemmeno così lontani).
La trama si svolge quasi interamente all'interno di un treno e tutto si regge sui personaggi e le dinamiche tra loro. Per capirsi non è un film alla Vin Diesel zombie nonostante ci siano diversi momenti di tensione.
E' "semplicemente" un viaggio; un viaggio in tutti i sensi, un viaggio attraverso la paura, il sentimento.
Si affrontano temi sociali e psicologici non da poco, come la xenofobia, l'egoismo, l'indifferenza contrapposte all'altruismo, la compassione e l'empatia.
La prova degli attori aiuta nella riuscita del film (conoscevo già il protagonista Gong Yoo per la sua favolosa interpretazione nel recente drama "Goblin" al top anche qui), mitico il marito della donna incinta ma su tutti la piccola bimba che, specialmente sul finale, regala una prova davvero intensa! (come sono bravi i coreani nelle scene drammatiche roba unica!)
Bella anche la colonna sonora e il montaggio.
*Attenzione Spoiler*
Vogliamo parlare della scena degli zombie attaccati al treno quando formano una coda infinita?? Epica! :D 
Bellissima la sequenza del sacrificio del padre che, una volta infetto, decide di sacrificarsi per salvare la figlia capendo finalmente di averla amata in modo profondo. 
Naturalmente ho pianto come una fontana, tutto nella norma ahaha
E anche l'ultimissima sequenza con l'arrivo delle due superstiti attraverso il tunnel simboleggiando il passaggio dal buio alla luce, davvero wow!
*fine Spoiler*
Nel complesso un film sugli zombie atipico, divertente, con qualche salto sulla sedia e momenti goliardici.
Ve lo consiglio più per il lato drammatico/sociologico che per il lato horror ma in ogni caso è da vedere!

Consigliato: Si!



Recensione di Midnight

Il Serpente e l'Arcobaleno



















REGIA: Wes Craven;
ANNO/LUOGO: 1988 / USA;
GENERE: horror, thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Bill Pullman, 
Zakes Mokae, Paul Windfield.


"Ad Haiti esistono segreti che nascondiamo anche a noi stessi"

voto: * * *



Dennis Alan si reca ad Haiti per scoprire il segreto che si cela dietro alcune leggende del luogo sulla nascita del fenomeno zombie.
Una volta sul luogo però si ritroverà immerso in qualcosa molto più grande di lui...


Film poco conosciuto ma entrato tra i cult dei fan di Cavern tratto dall'omonimo romanzo di Wade Davis.
Se in superficie può sembrare un film minore o con una trama insignificante in realtà questo film è basato su fatti realmente accaduti, fatti che hanno turbato per anni la vita della popolazione locale, sui quali la politica ha marciato sfruttando superstizioni e paure. 
Un film che si muove tra scienza e superstizione, tra realtà e magia, tra religione e immaginazione. Purtroppo la riuscita non è delle migliori colpa anche dell'inserimento forzato di elementi orrorifici alquanto fantocceschi.
Tecnicamente è tipicamente un film anni 80 sia nella fotografia che negli effetti speciali anche se va detto che qualche sequenza regala anche momenti angoscianti e riusciti soprattutto considerando il periodo e la tematica.
Buona la colonna sonora che riesce ad enfatizzare i momenti di paura senza appesantire o distrarre lo spettatore.
Attori nella norma e un giovanissimo Bill Pullman (nei nostri cuori sarà sempre il papà di Cat in Casper) nei panni del protagonista che regala momenti epici di pura ilarità (involontaria s'intende).
A tratti qualche sbadiglio scappa ma nel suo complesso è un film indubbiamente particolare e con un senso (cosa che capita poche volte) perciò se vi capita dategli una possibilità.

Consigliato: si

Recensione di Midnight



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails