American Horror Story - Freak Show





















STAGIONE: 4;
IDEATORE: Ryan Murphy e Brad Falchuk;
ANNO/LUOGO: 2014 /U.S.A;
GENERE: drammatico;
ATTORI PRINCIPALI: Jessica Lange, Danny Huston,
Evan Peters, Sarah Paulson.


1952 Jupiter, Florida;
il Freak Show di Elsa Mars è arrivato in città e con lui.... l'Inferno.

E pensare che la prima stagione ci aveva fatto gridare al miracolo! 
Purtroppo già dalla seconda e poi anche nella terza, avevamo visto un vertiginoso calo di livello ma stavolta siamo riusciti a scendere ancora e in modo irrecuperabile.
Sebbene tecnicamente siamo ancora su un ottimo livello, purtroppo si è persa di vista la parola Horror che stava tra American e Story.
E' oramai diventato un drammone nel quale nemmeno si tenta, nonostante il tema che poteva regalare tantissimi spunti macabri e orrorifici (cacchio siamo in Freak Show e c'è pure un pagliaccio assassino!!!!), di portare la trama verso il motivo per il quale è nato il concept dell'intera serie. Per farla breve: l'Horror dove cavolo è finito??? BOH.
I problemi delle precenti stagioni sono decisamente amplificati: in primis la troppa carne al fuoco che oramai ha spento la fiamma data la sua abbondanza; praticamente in ogni singolo episodio vengono inseriti nuovi personaggi, nuove idee, nuove situazioni puntualmente abbandonate a se stesse già dall'episodio successivo oppure riprese dopo talmente tanto tempo da diventare inutili.
Ma non c'è da stupirsi dato che persino le storyline pricipali seguono strade talmente traballanti e mal scritte da sembrare senza una sceneggiatura alle spalle.
*Attenzione SPOILER*
Per esempio il pagliaccio assassino che sembra (e poteva) essere uno dei "personaggi chiave" e che invece sparisce dopo 2 episodi in croce (persino in malo modo) così come il giovane psicopatico Dandy che ci rompe le balle fino alla fine saltellando da un espisodio e i 10 successivi senza una logica e senza arte ne parte. E perchè Chester Creb, il mago assassino, che subentra a pochi episodi dalla fine senza apportare assolutamente niente alla storia per poi sparire letteralmente nel nulla?. MAH...
Ma questi sono solo alcuni esempi poichè in realtà tutti i personaggi lasciano qualcosa di inspiegato o abbandonato all'interno della storia.
*fine SPOILER*
Già che abbiamo parlato dei personaggi doveroso l'appunto sugli attori, tutti o quasi, di alto calibro ma in questo caso totalmente sprecati dal primo all'ultimo.
Il dispiacere più grande va verso la Lange, alla sua ultima interpretazione all'interno del cast (o almeno così ha dichiarato), visibilmente stanca e sottotono colpa forse anche del suo personaggio insoddisfatto e distrutto dalla vita da 4 serie a questa parte. 
E Evan Peters? non era il figo della serie? perchè si è evoluto in uno sfigatone sempre più sfatto e focaccione? Che pacco!
I nostri cuori però hanno battutto all'unisono per le poche (purtroppo) apparizioni del mastro falegname Dolcefino (Danny Huston) con la sua splendida voce e il suo impeccabile italiano *_* cazzarola lo parla meglio di noi! Da brividi!!
Completamente mal gestita poi l'idea di inserire collegamenti con la seconda stagione: poteva anche essere una cosa interessante ma dato che viene appena accennata in momenti casuali della trama e dato che non apporta niente nè a questa nè alla precedente stagione risulta davvero un'idea totalmente inutile.
Allo stesso tempo davvero superflua anche la presenza di vecchi attori palesemente inseriti in modo forzato come la Gabourey Sidibe e Jamie Brewer, davvero ridondanti.
Insomma, inutile dilungarsi più di tanto ancora: questa stagione è davvero mal fatta e noiosa da morire. Talmente tanto che ci siamo persino dovute predere una pausa dalla visione per sopravviverne.
Colpo di grazia definitivo ce lo ha dato il finale O_o <------- che questa emoticon vi descrive perfettamente. 
Un turbinio di cose random pari solo a un incubo lynchiano di natura allucinogena. 
*Attenzione SPOILER*
Si finisce con un balzo in un paradiso freak??? ma cosa, come, quando e soprattutto perchè?! 
Elsa decide di suicidarsi sfruttando double face man durante un suo show: lui "ovviamente" sta a gioco (ma da quando? non era il male puro??) accetta di ucciderla senza però tenerla con sè ma bensì spedendola in una specie di paradiso dove ci sono alcuni dei suoi freak (gli altri sono rimasti in purgatorio?-__- su quali basi?) che l'hanno pure perdonata!? perchè, parole di Ethel: "qui tutto ciò che si è fatto in vita viene cancellato". Ah si? ma allora i poveri sfigati che girano con double face man che hanno fatto di male?? Boh forse gli facevano più simpatia. -___-"
Sproloqui a parte, sta cosa di Elsa iredenta in paradiso ha veramente poco senso, data la sua natura talmente egoista e crudele, tutto meritava tranne che il perdono. Brutto e banalotto davvero!
*fine Spoiler*
Di tutta questa ciofeca ci ricorderemo (apparte Dolcefino) la sigla iniziale, a nostro parere, la più gagliarda di tutte (musica e immagini annesse).
Peccato, peccato, peccato.
Speriamo in una prossima ripresa anche se adesso l'impresa sarà davvero molto dura.

CONSIGLIATA: Assolutamente no.

Dexter 5° Stagione


















STAGIONE: 5 (di 8)
IDEATORE: James Manos, Jr;
ANNO/LUOGO: 2010 /U.S.A;
GENERE: poliziesco, thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Michael C. Hall, Julia Stiles,
Jennifer Carpenter, Desmond Harrington.

"Tic Tac Tic Tac.. è il suono della tua vita che sta per finire

voto: * * * / *

Dopo gli ultimi tragici avvenimenti Dexter è costretto ad andare avanti tentando di concentrarsi sul lavoro. Durante una delle sue "missioni" incontra Lumen, una giovane ragazza nei guai fino al collo...


E così rieccomi qua a parlarvi della 5° stagione di Dexter:
Beh come temevo il momento è arrivato.. le idee iniziano a scarseggiare? Forse un pò si, perchè effettivamente questa serie è quella che fino ad ora mi ha coinvolta di meno.
Poca, e anche di non eccelsa qualità, la carne al fuoco e la trama, tra l'altro anche un pò prevedibile, ha perso di mordente colpa anche dei nuovi personaggi molto meno interessanti dei precedenti.
*Attenzione Spoiler*
La vita di Dexter, già stravolta dalle ultime tragiche vicende è alla deriva e l'arrivo in suo soccorso di una nuova donna non mi ha convinta gran che, troppo presto suvvia!
Meno male che poi le cose hanno preso una strada meno farlocca concludendosi in modo abbastanza realistico sul finale, meglio così.
*fine Spoiler*
In conclusione resta comunque un capitolo godibile seppur meno esilarante.

by Midnight

CONSIGLIATA: ni.

Sleuth - Gli Insospettabili (remake 2007)

















REGIA: Kenneth Branagh;
ANNO/LUOGO: 2007/ U.S.A;
GENERE: Thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Jude Law, 
Michael Caine;

"Chi è l'uomo morto?"

voto: * * * / *

Andrew Wyke è un famoso scrittore di libri gialli. In crisi con la moglie, scopre che questa lo tradisce con un giovane di origini italiane. I due uomini si incontrano per discutere del divorzio ma la loro conversazione prenderà una piega inaspettata...

Cast stellare per questa pellicola basata su una pièce teatrale già portata al cinema nel 72.
Un Caine impeccabile torna sulla scena stavolta nei panni del vecchio marito (prima intepretava il giovane amante) affiancato da un altro grande: Jude Law in splendida forma.
Tra monologhi e battibecchi al limite della ragione, i due tengono in piedi una trama piena di significati e simbolismi davvero ben scritta.
Il taglio è forse un pò troppo teatrale cosa che a tratti stanca un pò lo spettatore, colpa anche di un doppiaggio italiano che fa davvero pena.
La storia comunque supera le pecche e fa si che lo spettatore non molli fino alla fine, desideroso di sapere come va a finire.
Molto bella l'ambientazione minimal-super lusso futurista sottolineata da diverse dominanti di colore: inizialmente azzurro poi rosso fuoco ed infine nero.
Un dramma/thriller d'autore che funziona e coinvolge.
Se amate i film d'autore, le storie intricate in bilico tra thriller e dramma, vi consiglio di vederlo senza remore. Se lo trovate in lingua originale però meglio.

CONSIGLIATO: si.
by Midnight

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails