100 Feet - Perimetro di paura




















REGIA: Eric Red;
ANNO/LUOGO: 2008 / USA;
GENERE: horror, thriller;
ATTORI PRINCIPALI: Famke Janssen, 
Bobby Cannavale. 

"Chi cazzo c'è?? 
Questa casa è MIA!!"

voto: *


Marnie, dopo aver ucciso il marito violento ed aver scontato la sua pena in carcere deve passare l'ultimo periodo di detenzione agli arresti domiciliari.
Ovviamente li sconterà nella casa dove è avvenuto l'omicidio del marito il quale, evidentemente, ha ancora delle faccende in sospeso....

Qualche sera fa non riuscendo a dormire ho ben pensato di accendere la tv e di intraprendere la visione di questo film... forse facevo meglio a leggermi un libro.
La povera Marnie (Famke Janssen su queste pagine incontrata in Nascosto nel buio, ma ai più conosciuta come Jean Grey in X-Men) si ritrova agli arresti domiciliari dopo l'omicidio del marito tormetata dal suo fantasma ancora voglioso di gonfiarla di botte, vabbè.. o_O
Non vi rovino niente se vi dico che già dopo mezz'ora (dove non succede una mazza) vediamo il fantasma in tutto il suo splendore che appare qua e là (con le sembianze di Michael Myers di Halloween tra l'altro, but why??) picchiando la povera Marnie così, senza pietà e senza un perchè, ri-vabbè!!! (si potrebbe pensare ad una vendetta per l'omicidio ma no, è solo uno stronzo anche da fantasma).
La faccenda si fa seria (si fa per dire) quando la donna inizia bombarsi il ragazzino delle consegne a domicilio, cosa che fa dare completamente di matto al fantasma trasformandolo in un sadico omicida.
Il film vorrebbe (?) essere una denuncia contro la violenza sulle donne; non a caso lei si giustifica continuamente con la polizia per i lividi che le compaiono giorno dopo giorno dicendo le classiche scuse quali -sono caduta dalle scale, mi ha graffiato il gatto, ho sbattuto contro uno sportello, ecc- ma la cosa non funziona e anzi, sembra quasi essere una pantomima.
Mal riuscita e casuale (?) anche la citazione con "Il Fantasma di Canterville" con la macchia di sangue che continua a riapparire sulla parete della cucina. Mah...
Effetti speciali davvero pessimi e recitazione da cani.
Finale letteralmente roboante che da una botta di vita allo spettatore con un turbinio di fiamme, sangue e delirio totale (si, qui due risate me le sono fatte ma non vale comunque la pena, vi assicuro!)
Insomma non c'è molto altro da dire: lasciate stare sta ciofeca.

recensione by Midnight

CONSIGLIATO: Assolutamente no.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails