Blood Story



















REGIA: Matt Reeves;
ANNO/LUOGO: 2011 / U.S.A;
GENERE:  drammatico / vampiri;
ATTORI PRINCIPALI: Kodi Smit-McPhee, Chloë Grace Moretz,
Richard Jenkins, Dylan Minnette.

"Mi dai il permesso per entrare?"

voto: * * / *

Owen è un ragazzino di 12 anni che vive solo con la madre. La sua esistenza è tormentata da continui atti di bullismo da parte di 3 suoi compagni di scuola. Una notte incontra Abby una strana ragazzina appena trasferita nel suo palazzo.. da quell'incontro nulla sarà più come prima..

 Remake del nordico "Lasciami Entrare" questo film resta abbastanza fedele all'originale perdendo però molto del forte impatto emotivo che aveva il primo. Si preferisce ad esso la spettacolarità tipicamente statunitense con eccesso di effetti speciali tipici del genere, rendendo così molte scene quasi esagerate rispetto a ciò che trasmetteva la storia (una di queste è la scena in piscina).
Per il resto tecnicamente siamo appunto negli standard americani ad alto budget, sia negli effetti speciali sia nella colonna sonora, tolto qualche spunto fotografico ispirato senza dubbio dall'originale.
Attori nella norma, anche se, i 2 protagonisti sono meno convincenti dei precedenti e i personaggi in generale sono molto più superficiali.
Inguardabile il bulletto di turno qui interpretato da Dylan Minnette già conoscuto per la parte del figlio di Jack nella serie tv Lost.
Nel complesso un remake che si lascia guardare senza troppe pretese, interessante, forse unicamente, per chi ha visto e amato la pellicola originale.

CONSIGLIATO: ni.

4 commenti:

Eddy M. ha detto...

Secondo me il problema più grosso di questo remake è la sua completa inutilità... per il resto sarebbe anche fatto benino e con un suo perché, ma una volta visto l'originale tutto il resto è noia ;)

Le Guardiane ha detto...

@Eddy

Concordiamo!
Gli americani son bravi a sfruttare (e il più delle volte male)la scia di sceneggiature, film e o romanzi di successo realizzati altrove per fare botteghino andando sul sicuro! Patetici -__-

LaRaccontastorie ha detto...

già, è stato uno spreco di tempo. io personalmente non vedo di buon occhio i remake (alcuni li confondono con i reboot) non hanno scopo di esistere secondo me. sono solo ripetizioni di un film che è stato un successo oppure un flop quindi in entrambe i casi è riduttivo farne una copia, avrei capito (poco) se avessero fatto un reboot aggiungendo qualcosa sulla storia della piccola o d'altro, avrei capito un sequel (non saprei immaginarmelo, davvero) o un prequel... ma così è solo un voler raccimolare denaro ripetendo sempre la solita tiritera e per giunta "rubando la presenza" a chi ha reso così prezioso il film.. e poi mi dispiace ma non si può mettere a paragone cloe moretz con lina leandersson, questa seconda ha un chè di speciale nel come interpreta la parte!

Le Guardiane ha detto...

@LaRaccontastorie
Ciao e benvenuta nel nostro Labirinto!
Concordiamo con quanto hai scritto, anche per noi non c'è paragone!
E' un film guardabile semplicemente perchè ricalca quasi totalmente il precedente togliendone la magia.

Speriamo di leggerti ancora dalle nostre parti ;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails