Passepartout - Tutte le porte sono aperte
















REGIA: Lorenzo Buscaino;
ANNO/LUOGO: 2013/ Italia;
GENERE: commedia fantascientifica (?);
ATTORI PRINCIPALI: Eros Bosi, 
Andrea Buscaino, Elisa Rosati.


"Ma che cazzo stai dicendo? 
Ti sei impazzito nel cervello?!"

voto: *

Andy e Manuel assistono alla caduta di un UFO e salvano un'aliena. Vengono in possesso di uno strano oggetto che sembra riuscire ad aprire tutte le serrature.. un Passepartout!
Ma le cose non andranno come speravano...

A un anno dalla visione de "La Mano Infernale" ecco il nuovo film di Lorenzo Buscaino.
Stavolta come avevamo accennato nella precedente recensone non siamo più nell'horror ma ci siamo spostati nella commedia dalle tinte fantascientifiche anche se, comunque, ancora lontani da un buon risultato complessivo.
La buona volontà e la passione si vedono però gli errori tecnici sui quali cadeva e inciampava continuamente la scorsa pellicola sono nuovamente presenti e, se possibile, accentuati:
l'audio è pessimo (rasenta quasi quello dei film in streaming presi direttamente dal cinema!), la fotografia e le inquadrature sono totalmente amatoriali e stavolta non si tenta nemmeno di ricercare un gusto cinematografico (a questo punto per giustificare ciò potevano farlo diventare un mockumentary), gli effetti speciali, i costumi, le musiche (rumori e suoni dai volumi insensati che spesso vanno a coprire i dialoghi!), stavolta volutamente (?) estremizzati nel loro essere caserecci, non riescono ad aiutare la buona resa del film.
Stesso vale per il cast, (dove ritroviamo il protagonista de La Mano Infernale Eros Bosi stavolta nella parte di co-protagonista insieme al fratello di Buscaino) ancora una volta composto da attori dilettanti che eccedono nell'utilizzo di un forte accento dialettale, che se "perdonato" nei due attori principali nei panni di 2 personaggi "realistici" non lo può essere nei due alieni!
Non esiste proprio, il loro accento ternano è talmente fuori luogo da rendere ancora più insensato il tutto!
Ma il problema più grande, a parte quanto detto sopra, sta nella trama e nella sceneggiatura che pur avendo di base delle buone idee non le svulippa e non le concretizza vacillando e saltellando dalla tematica fantascientifica malamente realizzata, alla tentata commedia/comica, che però trova comunque pochi momenti riusciti.
*Attenzione SPOILER*
Le uniche cose che ci sentiamo di notare positivamente sono l'idea del Passepartout (anche se da protagonista della faccenda viene totalmente dimenticato dopo pochi minuti.. vabè); la buona scelta (abbandonata anch'essa dopo poco -___-") di "mascherare" l'alieno verde nei panni di un umano e l'inaspettato bad-ending con la morte dei due protagonisti.
*fine Spoiler*
Nient'altro da aggiungere se non che siamo purtroppo ancora lontani da qualcosa di cinematograficamente sufficiente; continueremo comunque a tenere d'occhio i fratelli Buscaino nella speranza di veder crescere, anche se in piccolo, il cinema indipendente made in Italy.

CONSIGLIATO: no.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ke spettacolo ma io lo visto questo film. E vi posso dire che l'autore del sito non capisce proprio un cazzo. é spettacoloso!!!!!!!!

Le Guardiane ha detto...

@Anonimo

-__-" prima di tutto si possono dire le proprie opinioni senza offendere ed argomentando in modo un pochino più mirato magari spiegando perchè è piaciuto tanto..
inoltre questo commento "anonimo" ci lascia al quanto perplesse... ma vabè..

riguardo al film comunque noi abbiamo ampiamente argomentato i motivi per i quali non c'è piaciuto.. c'è poco altro da aggiungere..

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails