The Blair Witch Project







 
















REGIA: Daniel Myrick, Eduardo Sanchez;
 ANNO/LUOGO: 1999, U.S.A;
 GENERE: horror, documentario;
 ATTORI PRINCIPALI: Heather Donahue,
Joshua Leonard, Michael C. Williams.

"Ho paura di chiudere gli occhi... ho paura di riaprirli"

voto: * * * * *

Tre giovani americani decidono di girare un documentario sulla misteriosa leggenda della strega di Blair, così dopo aver intervistato gli abitanti del paese si addentrano nel bosco dove, dice la leggenda, la strega si nascondeva. L'escursione sembra proseguire bene fino a quando i tre ragazzi non si rendono conto di essersi persi...

Tutti hanno sentito parlare di questo film almeno una volta nella vita e per quanto ci riguarda raramente in maniera negativa, e finalemente possiamo spiegarci il perchè!
Tecnicamente, come tutti sanno, il film è interamente girato come fosse un documentario amatoriale caratterizzato da due tipi di ripresa: una a colori (ovvero quella della vita reale) l'altra in bianco e nero (per le riprese del documentario, traltro molto curato, dalle interviste dei paesani alla fotografia). Man mano che si va avanti nella storia la seconda sfuma lasciando il posto a riprese sempre più confuse, e per questo estremamente realistiche.
Il bello di questo film è proprio quello di riuscire con poco a coinvolgerci per l' intera durata, facendoci affezionare ai personaggi grazie soprattuto alle interpretazioni veramente realistiche dei tre attori, che reagiscono proprio come faremmo noi in una situazione del genere.
Non a caso la ripresa, soprattutto nei momenti di tensione o rabbia, diventa sfocata e confusionaria, o addirittura abbandonata (mica come in recenti film, dove la telecamera rimane salda nelle mani di chi riprende anche nei momenti più assurdi....).
Un' altra cosa che va a merito della regia è il fatto che fa veramente paura! L' angoscia è data dal fatto che non si vede niente, ma proprio per questo ci spaventa come farebbe un libro che ci lascia liberi di immaginare tutte le nostre paure. Daltronde non cè niente che faccia più paura dell' ignoto!
Tale angoscia pervade il film in un crescendo inesorabile conducendoci ad un finale semplice ma attanagliante, che ci lascia basiti attaccati allo schermo fino alla fine dei titoli di coda (tralatro bella l' idea di spengere la telecamera lasciandola con l' audio acceso come se questa, caduta, continuasse a riprendere i rumori della notte) °O°
Unica pecca: il doppiaggio italiano, specie quello della protagonista.


CONSIGLIATO: assolutamente si.




14 commenti:

Monsier Verdoux ha detto...

ah che bei ricordi sono legati alla visione di questo film al cinema, con orde urlanti di giovani terrorizzati...secondo me si tratta di un bell'espermento cinematografico, anche abbastanza spaventoso in alcuni punti, insomma un film che va visto anche per l'idea originale del finto documentario (anche se una cosa del genere l'aveva fatta il nostro Ruggero Deodato con Cannibal Holocaust negli anni '80, film che consiglio di scaricare). Inoltre ho recentemente visto un altro film basato su un finto documentario, Rec, horror spagnolo a tratti terrificante e davvero molto molto riuscito.

mizza ha detto...

abbiamo visto lo stesso film?


:D

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@ Monsier Verdoux:
Si, oltretutto se si parla di "esperimento cinematografico" non dimentichiamoci dell' originale campagna pubblicitaria che ha preceduto l' uscita del film con il tappezzamento delle città di finti cartelloni con scritto "missing" e le facce dei tre ragazzi, e relativo sito internet fintamente fondato dai familiari nel tentativo di avere notizie sui ragazzi.. e poi il trailer fatto come se fosse un video della polizia con i resti della loro attrezzatura! belle idee, di quelle che ti fanno veramente incuriosire ;)

@ mizza:
hehehe deduco che non ti è piaciuto :D

*Asgaroth

mizza ha detto...

per niente.
l'ho rivisto anche di recente, visto che comunque la mia visione del cinema è cambiata negli ultimi anni, e non ho cambiato opinione.
questo film secondo me merita di essere ricordato per lo scalpore che ha suscitato, "storia vera o no?", telecamera a mano, storia "realista", attori sconosciuti e via dicendo. ma non mi provoca niente, niente ansia, niente paura... guardare questo film mi fa lo stesso effetto del fissare una parete bianca.
belli gli ultimi, boh, 2 minuti?
ma vedere tre tizi che si perdono in un bosco non mi scuote nulla dentro.
uh, non fraintendetemi: non dico che in un bel film horror devono succedere MILLE cose, vedere gente spappolata e via dicendo, eh... :D (tantevvero che il mio film horror preferito è Rosemary Baby)

a momenti gli preferisco il seguito.

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@ mizza:
"frequento" i boschi da quando sono piccola, e una delle mie grandi paure, visto che in quegli ambienti il mio orientamento è completamente nullo -_-, è proprio quella di perdermi e rimanerci da sola nella notte.. forse proprio per questo motivo questo film mi ha colpita particolarmente, e in positivo :)
senza contare, come dici anche te, che questa pellicola è proprio l' apoteosi del mio concetto preferito di horror: spavetante senza mostrare assolutamente nulla.
..però il seguito non penso proprio che lo vedrò, non oso nemmeno immaginare cosa ci sia dentro XDDD

*Asgaroth

mizza ha detto...

ahahah no beh il seguito fa tazza, però ho visto film peggiori, via...

non so, non sono mai riuscito ad apprezzarlo sto benedetto film... ho provato a rivederlo ma niente... preferisco il più recente paranormal activity (per quanto anch'esso non mi abbia sconvolto la vita), forse perché personalmente ho più paura di trovarmi qualcuno/qualcosa di fianco al letto...

di certo mi auguro di non perdermi mai in un bosco :D

AlDirektor ha detto...

Me lo avranno detto diverse volte: vediti questo film che "è fico".
Chissà come mai però, non mi è mai presa la voglia di vederlo sul serio.

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@ AlDirektor:
come puoi vedere nei predenti commenti, non ha tutti è piaciuto! anzi a una buona parte di popolazione è sembrato una gran c****a..
per quanto ci riguarda però rimane un ottimo film, e non possiamo che rinnovarti l' invito a guardarlo :) anche perchè cmq rimane un film "importante" nel genere horror e quindi merita a priscindere una visione!
..se lo guardi poi facci sapere ovviamente ;)

*Asgaroth

Arianna Klavierherz ha detto...

Questo blog è stupendo, non avete un banner che posso mettere nel mio???
TBWP è il mio film orror preferito in assoluto, un vero cult della mia crescita. A casa ho anche il dossier/libro di Stern, a quei (bei) tempi ero convinta che fosse tutto vero. Ah, beata ragazzina di 13 anni che fui...

Angosciante. Lo descriverei solo così. Angoscia pura, reale. E senza manco una goccia di sangue...

Asgaroth'sMidnight ha detto...

@ Arianna:
grazie mille per i complimenti!! ci fanno davvero un sacco piacere ^^
..e poi grande che anche te adori TBWP :DDDDD!!!! oltretutto lo vogliamo anche noi il lobro/dossiere °o° bellissimo!

ps. un banner no, per il momento non ce lo abbiamo.. possiamo fare uno scambio di link però se ti va :)

Frank ha detto...

Questo ricordo che lo vidi al cinema e che tornai a casa con il cuore che mi martellava nel petto. Ancora oggi certe scene (tra cui il finale) mi mettono una paura incredibile.

Ilaria Pavona ha detto...

@ frank:
contente che sia pèiaciuto anche a te :D come penso avrai capito per noi è un grande caposaldo dle genere, un film che adoriamo!!

Ridley Scottex ha detto...

Talento orrorifico e pochi mezzi (meglio così! chissà se con più dollari sarebbero riusciti a spremere tanto i neuroni...).
I primi commenti all'uscita del film, son stati un coro di critiche sull'enorme furbata del lancio... beh, anche per le furbate serve cervello. Film molto teso, finale agghiacciante... che altro? Ce ne fossero! Purtroppo ha dato via libera a Km di vomitevoli riprese con telecamera a mano...

Ilaria Pavona ha detto...

@ ridley scottex:
davvero sai? l' unica pecca di questo film è che dopo di lui l' anno seguito a ruota una sequenza infinita di pellicole orribilanti che non meritano nemmeno di essere chiamate film XP
la campagna pubblicitaria che anticipò l' usicta di TBWP fu assolutamente geniale ;D tanto di cappello a chi la diresse!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...