Paranormal Experience (?) # La Cortaccia - Fattoria delle Corti a Ruballa

E così dopo un bel pò di tempo torniamo a girovagare in cerca di luoghi presuntamente infestati, inquietanti luoghi dove leggenda e realtà si fondono nel magico mondo della suggestione (?)..
Ancora una volta siam tornate nei dintorni di Firenze, zona ricca di leggende e luoghi misteriosi dove, come si diceva "ci si sente!"...


La Cortaccia - Fattoria delle Corti a Ruballa 
Toscana, Osteria Nuova, Bagno a Ripoli, nei pressi di Firenze




La Storia:
La fattoria delle Corti a Ruballa è detta da tempo immemorabile La Cortaccia.
L’aspetto austero e le alte mura merlate che la circondano, unitamente alla sua posizione un pò isolata, hanno contribuito a far fiorire intorno a questo edificio la credenza che «alla Cortaccia ci si sente», cioè che fosse un posto frequentato dagli spiriti.
In effetti le ampie soffitte disabitate danno da sempre rifugio a topi e rapaci notturni, in special modo barbagianni e civette. I rumori da loro prodotti e quegli occhi fosforescenti nella notte, messi insieme a tanta suggestione (e a volte anche a qualche bicchiere di troppo), non facevano altro che alimentare la superstizione.
I vecchi del luogo raccontano la storia di un barrocciaio che, passando lungo la strada provinciale durante la notte, diceva di aver visto un paio di occhi gialli che lo scrutavano dai merli del palazzo, mentre si udiva un rumore simile a quello di un uomo che russava: «O quell’omo, la stia attento a non cascar di sotto!» gridò spaventato il barrocciaio, mentre incitava il cavallo ad aumentare il passo!
Un’altra volta un passante raccontò di aver visto fuori della fattoria, nella luce incerta dell’alba, un frate che aveva d’intorno una chioccia con i suoi pulcini.
Sempre riguardo a La Cortaccia, circola un’altra credenza: quella che vuole questo antico edificio collegato con l’altrettanto vetusto Spedale del Bigallo per mezzo di una galleria sotterranea.
La distanza in linea d’aria tra i due edifici non è breve (850 metri): a ogni modo strane gallerie rivolte nella direzione giusta, perlomeno al Bigallo, esistono davvero!

[storia tratta dal libro "Storie di un paese" di Michele Turchi]



La Nostra Esperienza:
Purtroppo non siamo riuscite ad entrare -___-" poichè tutti gli accessi sono stati allucchettati per bene dal cantiere che fino a pochi anni fa era stato tirato su per le ristrutturazioni dello stabile. Il resto sono alte mura abbastanza invalicabili vista l'altezza..
Abbiamo provato a contattare il comune ma niente -__-"
Addirittura ci siamo infilate in casa del contadino che confina con il giardino chiedendo informazioni ma anche stavolta siamo rimaste a bocca asciutta poichè anche lui ci ha confermato che è tutto chiuso da anni. mannaggia!
E dire poi che all'interno della casa pare vi siano anche degli affreschi di valore! Mah..
Dall'esterno comunque la casa ha un aspetto spettrale perfetto per apparizioni fantasmagoriche, cigolii e rumori inquietanti.. il resto è ovviamente celato al suo interno, mannaggia!
Speriamo di poter presto trovare qualcuno che ci dia il permesso di entrare quantomeno a fare qualche scatto.. vi terremo aggiornati!
Ovviamente se per caso qualcuno di voi ha avuto occasione di entrarvi fatecelo sapere eh!




LUOGO: 6 su 10
INTERESSE PARANORMALE: /

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails