Black Christmas, un natale rosso sangue



 



















REGIA: Glen Morgan;
ANNO/LUOGO: 2006, Canada;
GENERE: horror, splatter;
ATTORI PRINCIPALI: Katie Cassidy, Karin Konoval, Robert Mann, Dean Friss.



"Ora sei tu la mia famiglia"

voto: * (?)

Billy è un bambino costretto a una vita terribile: la madre non lo sopporta, tradisce suo padre e abusa di lui.
Un giorno, intenzionata a rifarsi una vita con l' amante, uccide il marito davanti agli occhi del bambino, che sconvolto tenta la fuga, ma viene invece rinchiuso in soffitta. Ormai portato alla follia da questa situazione, un Natale riesce a fuggire dalla sua "prigione" e a sterminare la sua famiglia, aggredendo persino sua sorella/figlia nata dall' incesto con la madre.
Anni dopo la loro casa è diventata un appartamento univeristario per ragazze.
E' Natale e le giovani che abitano la casa sono in procinto di festeggiare; ma non sanno che Billy è riuscito a fuggire dall' ospedale psichiatrico e stà tornando a casa per le feste..

una sola parola:
ABOMINIO
Di questa pellicola non si salva veramente niente:
la storia si rivela una cagata sin da subito, gli attori sono pessimi e i loro personaggi ancora di più, la regia è imbarazzante, e gli effetti speciali..?
Uno splatter che vorrebbe ricordare le vecchie glorie del maestro Lucio Fulci, ma che neanche lontanemente riesce a rammentarcelo *________* anzi induce al vomito dal primo minuto!

CONSIGLIATO: assolutamente no.


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails